Lezione di vita N. 1

Sapete cos’è un Ironman?
No, non il personaggio dei fumetti o televisivo.
L’Ironman è la più lunga (e impegnativa) delle categorie del triathlon, composta da 3.86 km di nuoto, 180 km di bicicletta e 42 km di corsa (la distanza di una maratona).
Potete immaginare da soli l’impegno, la dedizione e l’allenamento che siano necessari per arrivare a concludere un Ironman.
Non è cosa per tutti e anche chi si allena, chi dedica tutte le proprie risorse non è detto che riesca a portare a termine un’impresa del genere e sapete perchè?
Perchè per compiere una fatica del genere non è sufficiente l’allenamento, il fisico e l’impegno, per riuscire a concludere  un Ironman ci vuole tanta ma tanta motivazione, ci vuole testa, ci vuole volontà e queste sono cose che l’allenamento e la palestra non ti possono dare.
Questa è la storia di Dick Hoyt classe 1940 e di suo figlio Rick classe 1962.
Rick nasce con il cordone ombelicale attorno al collo e l’asfissia provoca quella che viene chiamata paralisi celebrale infantile, i medici dicono che Rick molto probabilmente resterà in stato vegetativo per tutta la sua vita.
I genitori però si accorgono che lui con gli occhi li segue e negli anni, grazie a bravi medici, grazie alla grande forza di volontà ma soprattutto all’amore per il proprio figlio, Rick imparerà a leggere, a comunicare con i primi mezzi informatici, arriverà persino a laurearsi, dimostrando inoltre un forte interesse per lo sport.
Un giorno padre e figlio parteciparono ad una maratona di beneficenza di 5 miglia per un compagno di Rick rimasto paralizzato dopo un incidente sportivo, Dick correva spingendo una carrozzina da gara sulla quale stava seduto il figlio.
Quello è stato l’inizio di tutto.
Il 21 aprile 2014 all’età di 74 anni Dick Hoyt ed il figlio Rick hanno corso la loro ultima maratona, quella di Boston.
Insieme hanno disputato oltre 1000 competizioni tra maratone, triathlon, duathlon, Ironman, Half Ironman,  etc etc
Questa è una storia bella, è una storia di coraggio, di umiltà e di dimostrazione che l’amore per un figlio non ha alcun limite.
Credo comunque che le immagini dicano più di mille parole.

 

Annunci

3 thoughts on “Lezione di vita N. 1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...