Sentiero naturalistico Monte Ciavac – Andreis

Venerdi sera, grazie ad un grande amico, abbiamo organizzato il compleanno di mio suocero su una baita ad Andreis, precisamente in località Sott’Anzas.
Ok tralasciando l’abbuffata esagerata ed i bellissimi momenti passati tutti in gruppo vi vorrei parlare del sentiero naturalistico del Monte Ciavac.
Sabato mattina, verso le 10 visto che le mogli perse in chiacchiere si sono inoltrate nel bosco e non le abbiamo più viste, visto che i bambini erano intenti in una lunga lotta di cuscini e visto che i nonni stavano giocando a carte, decidiamo anche noi baldi giovani di una volta di andare a fare una camminata, usciamo dalla baita e scendiamo per un viottolo che porta al torrente Susaibes (la prima foto è di un amico che abbiamo trovato  vicino alle birre che avevamo messo in fresco la sera prima)


Al di la  del torrente (tranquillamente attraversabile in quanto trattasi si un rigagnolo d’acqua) si vede la partenza di un sentiero, scopriamo essere il sentiero naturalistico Plangiara – Albins ma vorremo restare sul greto del fiume quindi giriamo verso sinistra e subito ci imbattiamo in quel che resta di un vecchio forno per la produzione di calcina.

Nonostante la giornata sia un via vai di nuvole e sole ci godiamo lo spettacolo che ci circonda, un silenzio unico fatta eccezione del rumore dell’acqua, risaliamo il torrente attraversandolo più volte e ci concediamo anche il tentativo di salita (riuscito) per una salita ghiaiosa esageratamente pendente e scivolosa convinti di goderci un panorama una volta giunti in vetta, panorama che poi si è rivelato non esserci in quanto dava su un canalone mezzo franato, ci siamo quindi limitati a scivolare di nuovo giù per continuare a risalire il torrente Susaibes.

Poi ad un certo punto, nascosta dietro ad un enorme masso la vediamo….la fonte di eterna giovinezza (…o di prematura morte nel caso il cuore non avesse tenuto)
Prima la contempliamo, poi ci giriamo attorno, poi ci guardiamo attorno, è bastato uno sguardo per capire che le intenzioni di tutti e tre erano le stesse, via i vestiti e dentro.

20160611_115404.jpgVi dico solo che l’acqua sarà stata sui 7-8° quindi tempo di tuffarsi ed uscire come saette e giù a ridere.

Tolta questa parentesi di sana goliardia consiglio a chi ha tempo e voglia di fare un giro in questa zona perchè veramente rilassante e piacevole.

Ovviamente mi ero portato via una cache da piazzare nel caso avessi visto un luogo adatto e cosi ho fatto per la felicità mia e degli appassionati di Geocaching.

Poi piano piano siamo rientrati a casa, le mogli nel frattempo erano rientrate la lotta di cuscini nel frattempo era diventata un complesso schieramento di truppe dietro barricate e trincee di qualsiasi tipo, non c’è rimasto altro da fare che indossare i nostri caschetti e adempiere al nostro dovere militare….

Insomma escursionismo vuol dire anche una camminata semplice in buona compagnia…e come dice Cinaski….”ritorna perchè è il ritorno che da senso al viaggio.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...