Non conosciamo mai la nostra altezza – Emily Dickinson

Non conosciamo mai la nostra altezza
finché non siamo chiamati ad alzarci.
E se siamo fedeli al nostro compito
arriva al cielo la nostra statura.

L’eroismo che allora recitiamo
sarebbe quotidiano, se noi stessi
non c’incurvassimo di cubiti
per la paura di essere dei re.

(Emily Dickinson)

Geocaching a Dardago

Non ce l’ho fatta ad alzarmi presto domenica mattina, nonostante la sveglia abbia suonato (forse più volte) il display ha dovuto attendere le 8.34  prima di vedermi alzare.
In cucina mi trovo figli e moglie pronti a ridere e a prendermi in giro per essermi alzato per ultimo…io che dovevo svegliare tutti per andare a fare un pò di geocaching di gruppo.
Organizziamo una colazione veloce per poi metterci in moto, insisto per far indossare a tutti pantaloni lunghi in quanto erbacce, ortiche e zecche con tutta la pioggia che c’è stata generalmente prendono possesso dei sentieri (per il giro che abbiamo fatto scopriremo poi che non ce n’era assolutamente bisogno).
Come da accordi presi la sera precedente a cena, scegliamo questa volta di andare nella zona di Dardago, quindi prendiamo il nostro zainetto Continua a leggere “Geocaching a Dardago”

I bambini dai piedi verdi ( e le ginocchia sbucciate)

Non esistono più i bambini dai piedi verdi.
Oggi è vietato giocare in giardino scalzi, è vietato sbucciarsi un ginocchio è pure vietato giocare con l’acqua, se è gelida meno che meno poi, figuriamoci andare a fare un giro in bici da soli.
In 30 anni è stata talmente tanto veloce e progressiva l’evoluzione tecnologica quanto veloce e regressiva quella sociale, quando avevo 11 anni ero tutto il giorno fuori in bicicletta, giocavo con gli amici ovunque, per strada, nel garage di qualcuno, al campetto, all’oratorio, poco spesso dentro casa, oggi invece la tendenza si è invertita, cerchiamo di tenere i nostri figli dentro casa più possibile, in giardino non si gioca scalzi per timore che possano pungersi con qualcosa, in giro non si va da soli per la paura che possa succedere l’inimmaginabile, abbiamo in sostanza aumentato il bisogno di mettere questi nostri figli sotto una campana di vetro, si per carità è vero, Continua a leggere “I bambini dai piedi verdi ( e le ginocchia sbucciate)”

Non ci credo più.

Basta, a 40 anni ho deciso, io non ci credo più.
Credetemi ci ho provato, ho provato a convincermi che qualcuno avrebbe lottato in buonafede affinchè il popolo Italiano potesse crescere e vivere nel giusto, vivere a testa alta e con dignità, ma non c’è stato uno e dico uno solo che sia stato in grado di dimostrare che le cose si possono fare per passione, magari per ambizione professionale anzichè per denaro oppure peggio ancora per aumentare il proprio senso del potere.
Si, senso del potere perchè altro non può essere che solo un senso, una sensazione personale, non esiste potere di fronte a uomini che invece si sentono liberi e sereni, non li potrai mai comandare, potrai accanirti contro di loro, Continua a leggere “Non ci credo più.”

La manomissione delle parole – Gianrico Carofiglio

Ok è ufficiale questo è uno di quei libri che non porterò mai a termine.
Dai lo sappiamo tutti e dobbiamo essere onesti almeno con noi stessi, leggere è bello, è gratificante, rilassante, istruttivo, emozionante, sconvolgente, spiazzante ma a volte è anche tremendamente monotono e noioso, generalmente ciò succede quando non scocca quella scintilla atta ad accendere il piacere.
Le cause generalmente sono tre, (uno) non ci coinvolge ciò che stiamo leggendo, (due) ciò che stiamo leggendo ci piace concettualmente ma non si è creata quella empatia tra il Continua a leggere “La manomissione delle parole – Gianrico Carofiglio”

Quote Challenge – Sfida di citazioni

Qualche volta mi hanno chiesto di partecipare ai Liebster, ma li ho sempre visti come una sorta di catena di Sant’Antonio che non porta da nessuna parte, non me ne vogliate ma credo siano un’inutile perdita di tempo.
Stardust invece mi ha invitato a partecipare ad un Quote Challenge, sempre una catena di Sant’Antonio che non porta da nessuna parte ma che almeno a differenza del Liebster dedito a rispondere a domande inutili prevede per tre giorni (anche non consecutivi) di scrivere tre citazioni per volta, nominando ogni volta 3 blogger, Continua a leggere “Quote Challenge – Sfida di citazioni”

HOLLYWOOD – NEGRITA

I Negrita prendono il loro nome da una canzone dei Rolling Stones, Ehi Negrita!
Sono la rinascita di un gruppo della metà degli anni ’80 che si faceva chiamare Gli Inudibili (anche il nome della band era inudibile).
Nel 1994 esce il loro primo album intitolato appunto “Negrita”, nonostante la buona diffusione radiofonica non sfonda, come non lo farà nemmeno il secondo album del 1995 “Paradisi per illusi”, bisognerà attendere fino al 1997 anno in cui esce  “XXX” contenente i brani Sex, A modo mio, Ho imparato a sognare, quest’ultimo Continua a leggere “HOLLYWOOD – NEGRITA”

Desiderio proibito – James Douglas Morrison

Desiderio proibito

In tutti i divieti c’è
una magica forza
che induce alla tentazione.
Il vietato è contagioso,
i desideri proibiti
si propagano in noi
come tormento perenne
infuriato dall’inibizione. Continua a leggere “Desiderio proibito – James Douglas Morrison”

Benigni

Benigni mi sta sulle palle.
No, non posso iniziare un articolo cosi.
Benigni è un gran comico ma per il resto mi sta sulle palle.
Mmmmh no non va.
Roberto Benigni mi ha fatto ridere, come alla maggior parte di voi credo, nessuno è riuscito a rimanere impassibile davanti al modello Giuditta o quando il sosia di Jhonny Stecchino rubava le banane,  dalla complessa storia di equivoci del Mostro al fiorino che ha fatto la storia insieme a Massimo Troisi in “Non ci resta che piangere”.
Poi è passato da una comicità all’Italiana ad una comicità drammatica, La vita è bella è assolutamente un capolavoro con un successo Continua a leggere “Benigni”

It – Stephen King

Stephen King è il re del brivido.
Ispirato durante l’infanzia dalle letture di Lovercraft, King pubblica molti romanzi horror o comunque prevalentemente inquietanti.
Personalmente credo che i primi romanzi siano quelli più belli, da Cujo a Carrie, dall’Ombra dello scorpione a Cristine la macchina infernale, da Misery a Cose preziose, per non parlare di Stand by me tratto dalla raccolta “Stagioni diverse” (e di cui merita vedere anche il film) ma il suo romanzo più famoso è IT, probabilmente anche quello dove, ispirato dalle paure adolescenziali, è riuscito a creare una Continua a leggere “It – Stephen King”

Lezione di vita #3

Quanto ci costa rendere felici gli altri?
Ve lo dico io, a volte costa molto, veramente molto, costa fatica, impegno, risorse di qualsiasi tipo e ci vuole dedizione, bisogna essere disposti spesso a rinunciare a qualcosa e sacrificarsi.
Ma possiamo dirlo tranquillamente, altre volte, rendere felice qualcuno (e se stessi) costa zero.
In entrambi casi l’autostima ringrazia.
Partita di basket disputata il 5 febbraio 2016 tra i college Usa Franklin Road Academy e University School of Nashville, il coach manda in Continua a leggere “Lezione di vita #3”

IL FAGGIO

Il faggio è con tutta probabilità l’albero più diffuso in Italia con oltre un milione di ettari di diffusione.
La specie più diffusa sul nostro territorio e il Fagus Sylvatica che cresce sopra i 1500 metri sulle Alpi o sopra i 900 negli Appennini ma in grado di diffondersi anche a livelli inferiori in caso di condizioni climatiche favorevoli.
Il legno del faggio essendo omogeneo e pesante, con poca elasticità ma molto resistente di presta ottimamente per la produzione di strumenti musicali, Continua a leggere “IL FAGGIO”