Sesto San Giovanni – Gang

Nel 1993 esce “Storie d’Italia” dei Gang, uno dei miei gruppi preferiti, per parole, per musica, per sostanza nei testi (sorvoliamo il fatto che certe idee siano condivisibili o meno vista l’appartenenza politica).
I Gang sono uno dei primi gruppi influenzati dal punk degli anni ’70, fondamentalmente dai Clash che in quegli anni hanno gli occhi del mondo puntati su di loro, pilastri del gruppo sono i fratelli Severini, poi negli anni ed ancora oggi ci sarà un turn over di musicisti che influenzeranno il concept della band.
Ci sono canzoni che parlano della storia del nostro Paese, ci sono sogni e idee, ci sono pensieri ed emozioni.

Sesto San Giovanni  è un pezzo importante, scritto mentre in Italia c’è una rivoluzione, quella della classe operaia, è il periodo del sindacato e della presa di posizione del proletariato.

Sesto San Giovanni

Primo turno lunedì sei di mattina
Sesto San Giovanni
Billy Bragg che canta nella nebbia
consola i tuoi trent’anni.
Lontane sono le torri di Milano
le sue luci cieche
in fila in tangenziale le promesse
si sentono tradite.

La sirena chiama otto ore
così è da una vita
timbri un altro giorno tiri avanti
senza via d’uscita
i dialetti soffocati
nel regno del rumore
al reparto verniciatura
non passano le ore.

E la nebbia che ci assale
ci confonde giorno e sera
sembra tutta una stagione
inverno e primavera.
E la nebbia quando cade
tra le braccia della sera
ci fa sentire come dei fantasmi
sopra una corriera.

È la fabbrica che ruba e ci divora
i nostri anni migliori
lavorare meno almeno
se non puoi starne fuori.
I sogni di mio padre contadino
ora alzano le mani.
Mio fratello è in galera da dieci anni
ma tornerà domani.

E la nebbia che ci assale
ci confonde giorno e sera
sembra tutta una stagione
inverno e primavera.
E la nebbia quando cade
tra le braccia della sera
ci fa sentire come dei fantasmi
sopra una corriera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...