Take me to the Church – Hozier

Una delle cose belle della radio è che ci da la possibilità di sentire cose che altrimenti non sapremo nemmeno dove cercare.
Hozier è un cantante di cui non so niente, wikipedia mi insegna che è Irlandese, ha un solo album al suo attivo, e altre nozioni di poco conto.
Quello che posso dire io è che la sua voce mi piace un sacco, per sbaglio mi sono imbattuto nel video di questa canzone che è veramente bello, bello nel senso che ti lascia l’amaro in bocca e come tutte le cose che ti regalano questo sapore, ti insegna qualcosa.
Si parla di omofobia e di come questa venga repressa, in questo caso sotto forma di un gruppo di estremisti (mi lascia sempre perplesso quando questi deficienti si coprono il volto con la bandana o con il passamontagna)…essere un violento e reprimere punti di vista non condivisi senza metterci la faccia è un atto di vigliaccheria grande, ed un vigliacco violento per quanto mi riguarda rientra nel peggiore degli squallori e nel peggiore degli esseri umani e purtroppo ne vediamo troppi.

 

Take me to the church

My lover’s got humour
She’s the giggle at a funeral
Knows everybody’s disapproval
I should’ve worshiped her sooner

If the heavens ever did speak
She’s the last true mouthpiece
Every Sunday’s getting more bleak
A fresh poison each week

‘We were born sick,’ you heard them say it

My Church offers no absolutes.
She tells me, ‘Worship in the bedroom.’
The only heaven I’ll be sent to
Is when I’m alone with you

I was born sick,
But I love it
Command me to be well
Amen. Amen. Amen. Amen.

Take me to church
I’ll worship like a dog at the shrine of your lies
I’ll tell you my sins and you can sharpen your knife
Offer me that deathless death
Good God, let me give you my life

If I’m a pagan of the good times
My lover’s the sunlight
To keep the Goddess on my side
She demands a sacrifice

Drain the whole sea
Get something shiny
Something meaty for the main course
That’s a fine looking high horse
What you got in the stable?
We’ve a lot of starving faithful

That looks tasty
That looks plenty
This is hungry work

Take me to church
I’ll worship like a dog at the shrine of your lies
I’ll tell you my sins so you can sharpen your knife
Offer me my deathless death
Good God, let me give you my life

No Masters or Kings
When the Ritual begins
There is no sweeter innocence than our gentle sin

In the madness and soil of that sad earthly scene
Only then I am Human
Only then I am Clean
Amen. Amen. Amen. Amen.

Take me to church
I’ll worship like a dog at the shrine of your lies
I’ll tell you my sins and you can sharpen your knife
Offer me that deathless death
Good God, let me give you my life

(HOZIER)

Traduzione

La mia donna ha il senso dell’humor
Lei è la risatina al funerale
lo sa che tutti disapprovano
avrei dovuto adorarla prima

Se i cieli mai parlassero
lei sarebbe l’ultimo portavoce
ogni domenica diventa più cupa
un fresco veleno ogni settimana

“Siamo nati malati” li senti dire

La mia Chiesa non offre assoluzioni
mi dice “prega in camera da letto”
l’unico paradiso al quale verrò spedito
è quando sono solo con te

Sono nato malato
ma lo amo
ordinami di stare bene
amen, amen, amen, amen

Portami in chiesa
pregherò come un cane davanti al reliquiario delle tue bugie
ti dirò i miei peccati e potrai affilare il tuo coltello
offrimi quella morte senza morte
buon Dio, lascia che ti dia la mia vita

Se sono un pagano dei vecchi tempi
il mio amore è la luce del sole
per tenere la Dea al mio fianco
lei richiede un sacrificio

Asciuga tutto il mare
prendi qualcosa di scintillante
qualcosa di sostanzioso per il pasto principale
è un bel cavallo alto
cos’hai nella stalla?
abbiamo un sacco di fedeli affamati

Sembra gustoso
sembra un bel po’
Mi fa venire fame

Portami in chiesa
pregherò come un cane davanti al reliquiario delle tue bugie
ti dirò i miei peccati e potrai affilare il tuo coltello
offrimi quella morte senza morte
buon Dio, lascia che ti dia la mia vita

Nessun Maestro o Re
quando inizia il Rituale
non c’è nessuna innocenza più dolce del nostro peccato gentile

Nella follia e nel territorio di quella triste scena terrena
Solo allora sarò Umano
Solo allora sarò Pulito

Amen, amen, amen, amen

Portami in chiesa
pregherò come un cane davanti al reliquiario delle tue bugie
ti dirò i miei peccati e potrai affilare il tuo coltello
offrimi quella morte senza morte
buon Dio, lascia che ti dia la mia vita

Annunci

4 pensieri riguardo “Take me to the Church – Hozier

  1. Apro una parentesi… questa canzone mi è rimasta in mente anche per via della ‘travisata’…

    Al lunedì mattina su radio dj il trio medusa passa pezzi di canzoni che gli ascoltatori intendono in altro modo.

    Sulla strofa “To keep the goddess on my side” il travisatore di turno aveva inventato una macelleria aperta da Hozier che si faceva pubblicità cantando “Vendo ossi sono sani”.

    Ora ogni volta che la ascolto cado lì.
    😜

    Comunque non sapevo in realtà di che cosa parlasse, apprezzavo il timbro di voce molto particolare…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...