Il poeta sei tu che leggi

Il poeta sei tu che leggi, se tu che ha voglia di prendere un libro e tirarne fuori con i denti il senso che più ti aggrada.
Il poeta sei tu che leggi, che leggi i messaggi scritti dai ragazzi sulla panchine del parco, sui vagoni dei treni o nei bagni degli autogrill.
Il poeta sei tu che leggi, che leggi nei silenzi delle persone e nei versi degli animali del bosco.
Il poeta sei tu che leggi, che leggi perchè in tutto devi trovare un senso, una morale, una storia ed un piacere, perchè sei curioso, hai voglia Continua a leggere “Il poeta sei tu che leggi”

Annunci

Dall’altra parte della sera – Vinicio Capossela

Certe canzoni sono poesie.
Certe poesie sono canzoni .

Dall’altra parte della sera

Dall’altra parte della terra
Una luce trema nella sera
Lei gioca con l’anello al dito
Guarda lontano oltre nel vetro
La sedia dondola da sola
Fuori il rumore di un motore
Muore piano Continua a leggere “Dall’altra parte della sera – Vinicio Capossela”

Ci insegnano a scommettere sulle cose sbagliate…

Ieri, nonostante la mia risaputa repulsione per il calcio, mio figlio mi ha chiesto di guardare Inter-Roma con lui.
Ok lasciamo stare la partita.
Noto che tra il primo ed il secondo tempo inizia uno spettacolo pirotecnico di pubblicità, 8/9 spot infilati uno dietro l’altro, spot veloci sparati a raffica come una mitraglia impazzita.
La monotematicità è il fatto incriminato, in quanto si intervallano pubblicità relative a siti di scommesse sportive con pubblicità di auto e la cosa non credo sia casuale.
Ma nessuno si rende conto che questi spot sono per i ragazzi un’arma letale?
E’ inutile che al pomeriggio mi fai passare lo spot del ministero della salute il quale propaganda la lotta al gioco d’azzardo dicendo che può generare dipendenza ed essere dannoso e poi la sera invogli le persone a farlo?
Ma immaginatevi cosa può passare nella testa dei ragazzini Continua a leggere “Ci insegnano a scommettere sulle cose sbagliate…”

Con delle montagne cosi…

Con delle montagne cosi anche andare al lavoro il sabato mattina è un piacere…
Con delle montagne cosi non vedi l’ora di rientrare per poterle rivedere…
Con delle montagne cosi si conferma che hai avuto la fortuna di nascere in un bel posto…
Con delle montagne cosi potrai anche sognare di aprire un changuito a Trinidad e Tobago ma alla fine scegli sempre di restare qui… Continua a leggere “Con delle montagne cosi…”

Sabato pomeriggio – Claudio Bag…..ah no..Ufo Piemontesi

 

SABATO POMERIGGIO

Passerotto non andare via
nei tuoi occhi il sole muore già
scusa se la colpa è un poco mia
se non so tenerti ancora qua.
ma cosa è stato di un amore
che asciugava il mare
che voleva vivere
volare
che toglieva il fiato
ed è ferito ormai
non andar via Continua a leggere “Sabato pomeriggio – Claudio Bag…..ah no..Ufo Piemontesi”

Il genio e la stronza

Posso assicurare che titolo più azzeccato non l’ho mai trovato.
I due protagonisti sono i miei nonni, da parte materna ed entrambi non ci sono più.
Il fatto che siano morti non mitiga i miei sentimenti nei loro confronti al contrario li definisce ancor più, perchè i ricordi che vengono a galla sono ciò che meglio mi aiuta a definire le sfumature che mi hanno lasciato in eredità.
Mia nonna era una donna estremamente fredda, non ho ricordi di una carezza, di un bacio, di un abbraccio o qualcosa che potesse assomigliare ad una minima dimostrazione di affetto e non sono molto convinto facesse parte di quello schieramento di individui incapaci ad esternare i propri sentimenti, semplicemente era una stronza, devota al dio denaro con tre soli scopi nella vita, racimolare soldi (sulle fatiche di mio nonno), lavorare a maglia per fare cappellini e maglioni orribili che solo lei indossava, rompere i coglioni a mio nonno per il resto e per quanto mi riguarda questo Continua a leggere “Il genio e la stronza”

La gente che mi piace – Mario Benedetti

La gente che mi piace

Mi piace la gente che vibra,
che non devi continuamente sollecitare
e alla quale non c’è bisogno di dire cosa fare
perché sa quello che bisogna fare
e lo fa in meno tempo di quanto sperato.

Mi piace la gente che sa misurare
le conseguenze delle proprie azioni,
la gente che non lascia le soluzioni al caso.

Mi piace la gente giusta e rigorosa,
sia con gli altri che con se Continua a leggere “La gente che mi piace – Mario Benedetti”

Il diritto di incazzarsi

Io ho il sacrosanto diritto di incazzarmi!
E che nessuna venga a dirmi che non devo incazzarmi, perchè è un mio stracazzo diritto, c’è scritto nel dna….se guardi al microscopio leggerai…”attento che questo è uno che si incazza”.
E che nessuno si permetta di fare il fottuto moralista uscendo con quelle cagate del tipo che se ti incazzi non risolvi il problema, che ti mangi il fegato per nulla, che incazzarsi è sbagliato perchè ti da una visione delle cose distorta, nessuno si permetta di dirlo altrimenti mi incazzo…ancora di più.
Arrabbiarsi, incacchiarsi, essere irascibili, furibondi, scatenati, rivoltosi, insubordinati, furiosi, imbestialiti, essere tutto questo è una dote, è un privilegio perchè incazzarsi è sinonimo di vitalità, vuol dire tenere un sacco ad una cosa e non accettare che questa venga fatta a pezzi, che non venga gestita, che venga Continua a leggere “Il diritto di incazzarsi”

Geocaching a Madonna della Valle ed Humus Park

Avevano messo sole.
Ma il sole non si è visto…almeno finchè siamo rientrati a casa.
Avevamo la necessità di uscire, di sgranchire un pò le gambe cosi domenica ho messo la sveglia alle 6.30 che ho posticipato alle 6.45…che ho posticipato alle 7.00 per alzarmi alle 7.20…fatica.
In contemporanea si sono svegliati i ragazzi, con passo felino siamo andati in cucina per lasciar dormire mamma la quale sicuramente sarà stata sveglia ma che è stata brava a non dirci niente perchè nonostante siamo convinti di muoverci per casa come ladri di professione in realtà assomigliamo più ad una mandria di bufali in fuga.
Morale alle 7.50 ci chiudiamo la porta alle spalle.
Il programma della giornata era già stato scritto a Continua a leggere “Geocaching a Madonna della Valle ed Humus Park”