Sicurezza….non sappiamo proprio cosa sia

In Italia mi dispiace dirlo ma le campagne pubblicitarie non le sanno proprio fare.
Spot in tv praticamente non se ne vedono.
Le riviste dedicano montagne di pagine alle pubblicità ma a campagne di prevenzione o sicurezza quasi nulla.
I ministeri non so a chi si appoggino per fare quei 4 opuscoli orribili che troviamo disseminati negli ospedali o in qualche altra zona esiliata da chi invece tale comunicazione dovrebbe riceverla.
Vuoi fare prevenzione sulla sicurezza stradale? sulla sicurezza sul lavoro? allora devi portare le informazioni nei locali, nelle discoteche, nei circoli sportivi, nei luoghi dove i giovani possano percepire il messaggio che vuoi trasmettere.
Qualche settimana fa ho fatto l’ennesimo corso di primo soccorso, stavolta l’insegnante era particolarmente catalizzante e ci raccontava di come l’Italia sia indietro anni luce nel primo intervento ad esempio in caso di arresto cardiaco rispetto ad altri paesi, l’esempio era con l’Australia, la percentuale che qualcuno si fermi per soccorrerti in Italia è di circa l’11 percento, vuol dire che se stramazzi al suolo e di fianco ti passano 100 persone solo 11 si fermano ed intervengono, in Australia se ne fermano 82, il perchè è semplice, in Australia la formazione sul primo soccorso viene fatta dalle elementari ed in qualsiasi contesto, lavorativo, scolastico, sportivo, etc etc.
Ho visto uno spot girato dagli All Blacks nota squadra di Rugby per la sicurezza in Giappone.
Da qui si evince  come sia diverso l’approccio alla materia.

Quindi, fai la casalinga? ottimo, mettiti in testa che se oggi non spolveri e dedichi il pomeriggio a cercare su youtube filmati su come fare un massaggio cardiaco, come fare la manovra di Heimlich, cosa fare e come chiedere soccorso non hai sprecato una giornata perchè quello che potrebbe aver bisogno del tuo intervento potrebbe essere tuo marito o tuo figlio…credo valgano molto di più di una spolverata.
Fai l’operaio e la tua azienda non ti offre formazione? ok allora unisciti ai tuoi colleghi e chiedi che ti venga fatta o che ti venga riconosciuto il giorno pagato per andare a seguire qualche corso e se non ci riesci prova ad informarti con il tuo medico dove puoi seguirne uno, chiedi al tuo ospedale di riferimento ma fallo, perchè se succede a te di stare male l’unica cosa che puoi sperare è che il tuo collega abbia fatto ciò che tu non hai fatto fino ad ora, si sia informato.
Fai il musicista? il barista? il pornodivo? il benzinaio? l’edicolante? il professore? la suora? il tecnico del suono? il mago? non importa, sei un essere umano e puoi salvare o essere salvato, il buonsenso ci dovrebbe portare quindi a dire, ok non posso restare nell’ignoranza, devo capire, per quanto spero non succeda mai, come mi devo comportare in una situazione di emergenza e lo devo far capire a mia moglie, a mio figlio, a mio suocero, a mio zio.

ps, non volevo fare di tutta l’erba un fascio, non volevo mescolare la sicurezza stradale con quella sul lavoro, l’incidente sportivo con il primo soccorso…ma oramai mi conoscete, parto con una cosa e vado a parare tutt’altra parte.

Annunci

8 pensieri riguardo “Sicurezza….non sappiamo proprio cosa sia

  1. indietro anni luce. un arresto cardiaco, anche tramite un corso base per principianti, è del tutto risolvibile da tutti noi. Tutti. Ovviamente in attesa dei soccorsi. Ma sembra che alla gente non interessi per nulla. E allora arrivano in ospedale e non facciamo altro che compilare la cartella di morte.

    Liked by 1 persona

  2. I corsi di formazione sulla sicurezza in ambito lavorativo sono obbligatori e pagati dalle aziende da tempo. Il problema è che ciò che viene impartito in questi corsi, spesso finisce nel dimenticatoio, malgrado i successivi aggiornamenti (sempre obbligatori).
    Non basta un video sulla manovra di Heimlich, ma va praticata realmente sotto la visione di un insegnante abilitato, perché se non si sa effettuare c’ è il rischio di rompere le costole al malcapitato.
    E’ vero, solo 11 % interviene in Italia, alcuni per fare un selfie o un video. 😦

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...