1 Maggio…che cosa ci sia da festeggiare proprio non lo so.

Partiamo da qui.
Se cliccate sul link verrete sparati alla pagina di Wikipedia nella quale si trova la spiegazione di cosa sia, come nasca e perchè si festeggia il primo maggio, la festa del lavoratore.
Oramai lo sappiamo, è nella nostra tradizione, le feste del nostro calendario se non sono religiose nascono sempre da episodi drammatici e qui non è diverso.
Dietro al primo maggio ci sono morti, ci sono rivolte, c’è odio e ribellione, come spesso non puri e fini a se stessi ma manovrati e pilotati e questo è l’aspetto forse più triste e doloroso che la gente non ha capito e non vuol capire nemmeno oggi (mia opinione).
Al momento siamo il secondo paese in europa (minuscole volute) come tasso di disoccupazione, secondi solo alla Spagna, i paesi Continua a leggere “1 Maggio…che cosa ci sia da festeggiare proprio non lo so.”

Te lo ricordi quando…

Te lo ricordi quando ci svegliavamo il lunedi mattina ed in testa avevamo già il pensiero del week end successivo?
Quando aspettavamo la domenica per alzarci dal letto alle 2 del pomeriggio per fare due panini e rinfilarci poi sotto le coperte?
Quando magari fuori pioveva, faceva freddo ed avevamo staccato il telefono ed il campanello di casa perchè nessuno potesse venire a disturbarci?
Quando stavamo sotto le coperte in silenzio, oppure a parlare delle cose più assurde che la tv in camera non l’abbiamo mai voluta proprio per non Continua a leggere “Te lo ricordi quando…”

…e se il Nobel non fa notizia?

Ok viviamo nel mondo delle classifiche, qualsiasi cosa che si posiziona ad un certo livello della sua categoria fa notizia, se però non si posiziona tra le prime tre difficile trovarne traccia.
Si è parlato per settimane del Nobel a Bob Dylan, in realtà si è parlato forse più del suo atteggiamento nei confronti di questo premio che sembra aver snobbato o comunque preso con superficialità, poi a distanza di un paio di mesi è tornato in cima alla cronaca per aver deciso di ritirarlo anche se in realtà sembra più aver colto l’occasione di mettere un pò a tacere le voci e unire l’utile al dilettevole, aveva un concerto li vicino ed ha preso la palla al balzo per recuperare il malloppo.
Ok tralasciamo la discutibilità che possa avere il Nobel, Continua a leggere “…e se il Nobel non fa notizia?”

Son passati 187 anni….

Son passati 187 anni da quando Abraham Lincoln scrisse una lettera all’insegnante di suo figlio, 187 anni che in realtà non sono però mai trascorsi perchè le parole sagge non soffrono il tempo, non svaniscono e non perdono importanza.
Parole che dovrebbero essere lette ad ogni insegnante, ad ogni educatore, ad ogni genitore, si perchè è vero che la lettera è rivolta al professore ma in realtà si rivolge a tutti, a tutti coloro che hanno un ruolo nei confronti dei bambini, dei ragazzi di coloro che avranno il mondo in mano. Continua a leggere “Son passati 187 anni….”

“Le mie pagliuzze” di Dora Buonfino – recensito da Romeo

Romeo mi regala la recensione che ha scritto per il libro di Dora Buonfino intitolato “Le mie pagliuzze” e che con piacere condivido.

Se si pensa di leggere un argomento scottante e spinoso come l’abuso sui minori, si avrebbe voglia di chiudere gli occhi e far finta di nulla, soprattutto perché si considera impensabile e assurdo che un bambino possa subire una simile mutilazione dell’infanzia, e spesso si preferisce girare lo sguardo da un’altra parte, “non ascoltare” o “vedere”. La scrittura, lineare e incisiva, della Buonfino Continua a leggere ““Le mie pagliuzze” di Dora Buonfino – recensito da Romeo”

Prodotto interno lordo VS calzini

Senza perdersi nelle complicanze a spiegare cosa sia tecnicamente il prodotto interno lordo, mi limito a dire che questo indice viene oramai utilizzato per la sua capacità di esprimere il benessere di una nazione ed il suo livello di sviluppo o progresso.
Fatta questa premessa che era doverosa al fine di capire quanto sto per scrivere, ora chiarisco come possa nascere un paragone tanto assurdo.
In questi 4 giorni a casa si esaltano certe dinamiche domestiche che non possono passare inosservate.
Noi abbiamo cercato di concentrarci Continua a leggere “Prodotto interno lordo VS calzini”

Pellegrinaggio

Un pellegrinaggio (dal latino peregrinus, “straniero”) è un viaggio compiuto per devozione, ricerca spirituale, o penitenza, verso un luogo considerato sacro.

La definizione di pellegrinaggio indica un particolare tipo di viaggio, andare finalizzato, in genere lungo percorsi prestabiliti. Il tempo dedicato al pellegrinaggio si traduce in un tempo che l’individuo stralcia dalla continuità del tessuto ordinario della propria vita (luoghi, rapporti, produzione di reddito), per connettersi al sacro.

Il termine proviene dal latino peregrinus, da per + ager (i campi), dove indicava colui che non abita in città, quindi lo straniero, ovvero qualcuno costretto a condizioni di civilizzazione ridotta.

(fonte Wikipedia)

Eppure io, da non credente, nello spirito mi sento un pellegrino.
Si, credo che la definizione di pellegrino riportata su Wikipedia sia incompleta, perchè ormai il pellegrinaggio, la scelta di fare un viaggio a piedi non ha più solo un riscontro religioso, anzi forse negli ultimi anni è stato sorpassato dal fattore personale, dalla scelta della persona di affrontare una sfida per poter stare un pò con se stessa, Continua a leggere “Pellegrinaggio”

Libero nell’aria – Sergio Cammariere

 

LIBERO NELL’ARIA

Con un pensiero che volava libero nell’aria…
guidando i mercenari in via del tutto straordinaria…
presero l’Europa…presero New York…
ed era già di moda una musica nei metrò…
Con un pretesto inutile lo vennero a cercare…
lui che sapeva sempre cosa dire, cosa fare… Continua a leggere “Libero nell’aria – Sergio Cammariere”

Vaffanculo

Questo post nasce da una collaborazione con Liza.
Ci siamo accorti di aver avuto entrambi la necessità di scrivere un articolo con una tematica comune e semplicemente ci è piaciuta l’idea che due persone estranee si scambiassero un punto di vista, ecco perchè io pubblicherò il suo e lei il mio.
Buona lettura
Sai quel momento catartico in cui pensi..
oh ma vaffanculo
Vaffanculo a tante cose…
A tutti i luoghi comuni e a tutte le frasi fatte,
vaffanculo a chi non capisce,

Continua a leggere “Vaffanculo”