The Borc Keepers

Da qualche mese collaboro con questo gruppo di ragazzi, sono tutti ragazzi adolescenti molto spesso lontani anni luce dal mio modo di pensare o dal mio modo vedere certe cose o certi rapporti. Non conoscevo personalmente nessuno di loro quindi per me è stato un tuffo nel vuoto. Continua a leggere “The Borc Keepers”

Annunci

Mio figlio puzza (…una storia dolce)

Mio figlio puzza.
Puzza anche quando non c’è
Quando entro in camera sua
dal letto da rifare, dai cassetti aperti
dai suoi libri e dai vestiti in terra
si sente quel suo odore.
Puzzo di primi amori, odore acre di orgoglio,
olezzo di allegria e vergogna, fetore di adolescenza, Continua a leggere “Mio figlio puzza (…una storia dolce)”

Enrico mi ha fregato….

A novembre scrissi un post, questo post.
Si parlava del libro che non era ancora stato scritto, di quel libro che molti di noi sognano di scrivere ma che per ics motivi resta li nel limbo.
Personalmente ho una scheda di Google Keep dedicata a spunti, idee, articoli, che saranno utili quando mi deciderò a metterci l’impegno necessario per scriverlo quel libro, convinto che sarà unico, come quello di ognuno e finchè non sarà li…nero su bianco sarà solo e semplicemente il libro che ancora non è stato scritto.
Questo succedeva a novembre…
Sotto le feste sono a casa di mia sorella e mia nipote mi fa dare un’occhiata alle sue ultime letture, è una divoratrice di libri, tra le quali spunta il romanzo d’esordio di Enrico Galiano. Continua a leggere “Enrico mi ha fregato….”

Il profumo di cedro – Parte 2 di 2

Ecco a voi la seconda parte della storia di Marco.

CREANDOUTOPIE

Farina, zucchero di canna, zenzero, limone biologico. Cedro. Cedro. Cedro.
La ricetta è completa! Finalmente!!!
Un sorriso comparve sul viso di Marco.
-Ehi, tutto bene? Com’è che d’incanto ti metti a sorridere!?!?!
-Cedro!!! La risposta è cedro!
-Allora. Puoi farmi capire, puoi parlare come me? Non ti capisco!
-Va beh, non è importante, chiudi gli occhi e stai zitta.
-Senti! Sto zitta solo se ne vale veramente la pena!!
-Ti fidi di me?

View original post 893 altre parole

Il profumo di cedro – Parte 1 di 2

Una storia scritta a 4 mani con Marta, una bella storia, siamo stati bravi.

CREANDOUTOPIE

Marco ha sempre adorato cucinare.
Certo non che potesse scegliere molto altro, seduto su una carrozzina il panorama delle attività di un ragazzino di 12 anni era veramente limitato rispetto ai suoi coetanei normodotati.
Guardare la tv, leggere, giocare con la Play, disegnare, si certo tutte attività possibili, ma che piano piano lo annoiavano, in queste cose non riusciva a trovare una sua identità, perchè a 12 anni è quella la cosa che inizi a cercare, una personalità, la voglia di capire chi sei, la curiosità di esplorare, l’ansia di scoprire, il desiderio di capire se i sogni a volte per mezzo della propria volontà possono trasformarsi in realtà, a 12 anni un giorno ti alzi dal letto e dal nulla ti piomba tra capo e collo quella strana cosa per la quale diventi consapevole che non sei più un bambino e ti ritrovi cosi a dover intraprendere un cammino…

View original post 1.490 altre parole

Brividi

Forse l’ho già scritto un articolo su questa cosa, ma non sono nemmeno andato a vedere perchè non me ne frega niente.
Quello che posso dirvi è questo, mettetevi delle cuffie ed il volume a manetta, collegate il pc allo stereo e girate la manopola al massimo, fate partire l’audio e mettetevi in piedi in mezzo alla stanza.
Prima per di avviare il video però leggete la storia di questa canzone:

Tutto accadde nel 1862, durante la guerra civile americana, quando il capitano dell’esercito dell’Unione (nordisti), Robert Ellicombe, con i suoi uomini si trovava presso Harrison’s Landing, nella Virginia, mentre l’esercito confederato (sudisti) era dall’altra parte del campo di battaglia. Continua a leggere “Brividi”

Occhi asciutti – David Ragghianti

Guardo poco spesso i video delle canzoni.
Una volta li guardavo molto di più, ma nel tempo mi hanno annoiato.
Stranamente questo invece mi ha catturato da subito per un motivo molto semplice, l’idea.
Credo che il video parli di quella cecità di cui soffriamo tutti quanti…io lo interpreto così. Continua a leggere “Occhi asciutti – David Ragghianti”

Cercasi favole, storie, narratori, montatori audio….una squadra insomma.

Mi sembrava giusto fare un post dedicato a questa cosa.
Sto andando avanti con l’idea di proporre dei contenuti per Radio Magica ma ho bisogno del vostro aiuto.
Qualcosa già bolle in pentola, i primi test di registrazione e montaggio sono stati fatti e sembra che il risultato sia soddisfacente, qualche storia già l’abbiamo, qualcuna la stiamo scrivendo, un po’ grazie all’aiuto dei ragazzi di The Borc Keepers un po’ grazie ai blogger di Creandoutopie.
Da subito però sono stato chiaro, non voglio vincolarmi a nessuno per un motivo molto semplice, il mio obiettivo finale è quello di fornire contenuti, fornirli ovviamente a titolo gratuito ed a solo scopo benefico, quanti più contenuti possibile per raggiungere più bimbi e ragazzi possibile, semplice. Continua a leggere “Cercasi favole, storie, narratori, montatori audio….una squadra insomma.”

Nata d’estate – Daniele Ronda

Per la categoria nuovi talenti, scopro con piacere in questi giorni alcuni cantanti a me sconosciuti tra cui Daniele Ronda.
Sono una persona molto legata al cantautorato ecco perchè mi piace ogni tanto cercare voci nuove in grado di raccontare cose diverse dal solito.
Daniele Ronda ha scritto un sacco di pezzi per Nek, per Mietta, per Massimo di Cataldo ora com’è giusto si lancia in una strada sua (anche se l’ha fatto da un bel po’…) Continua a leggere “Nata d’estate – Daniele Ronda”

Per voi mi sono trasformato…

Dicono che il padre si lega alla femminuccia e la madre si lega al maschietto, continuano a dirmelo tutti ti santi giorni, da anni, dicono che è evidente ed io continuo a sostenere che sia una grande stupidaggine.
I rapporti che abbiamo con le persone non sono tutti uguali e se non sono uguali non vuol dire che preferisci uno all’altro, semplicemente il mio modo d’essere è sempre lo stesso, se confrontato con due modi d’essere differenti di chi ho davanti è evidente che i due rapporti sembrano diversi. Continua a leggere “Per voi mi sono trasformato…”