Ozio come cura.

Tempo fa mi ero appuntato una frase di una teologa Italiana, Antonietta Potente.

Dobbiamo cominciare a perdere tempo,
non perché non sappiamo cosa fare,
Ma per raccogliere i dettagli della vita.

Continuo ad accorgermi che il tempo scorre alla velocità della luce, i ragazzi crescono, Tommaso 13 anni, la Vera 11, forse abbiamo già trascorso oltre la metà del tempo che ci è dato per goderceli, a 26 probabilmente non sarà in casa con noi e a 22 la bimba comunque avrà in testa l’idea di intraprendere un suo percorso, non credo che i nostri figli saranno di quelli che resteranno con noi fino a 40 anni, inoltre anche loro crescono e la condivisione ed il contatto iniziano ad attenuarsi. Continua a leggere “Ozio come cura.”

Annunci

Abbi cura di te – Maldestro

Quando ho poco sonno e non ho molta voglia di impegnarmi in cose che necessitano di molta attenzione mi perdo nei meandri del tubo in cerca di cose interessanti.
Questo è decisamente il periodo della ricerca di nuovi cantanti, vecchi o emergenti che siano.
Ho bisogno di cose nuove, nuove nel senso slegate dalla solita commercialità, che poi….detto da uno che ascolta Capossela, Gang, Giorgio Canali, Baustelle, la commercialità ha veramente poca importanza. Continua a leggere “Abbi cura di te – Maldestro”

Aiuta tuo figlio a salvarsi da te.

Aiuta tuo figlio a salvarsi da te.
Lo so, scritto così è brutto, ma non stiamo parlando di genitori tiranni, di genitori violenti o di situazioni al limite, stiamo parlando di tutti quegli ottimi genitori che sono innamorati dei propri figli.
Ho letto qualche giorno fa l’ennesima notizia di un bimbo morto in macchina perché dimenticato dal padre sotto il sole, non voglio nemmeno immaginare l’orrenda sofferenza del bimbo, ma provo a mettermi nei panni di un padre consapevole di aver ucciso il proprio figlio, diventa insopportabile pensare allo strazio, al dolore e alla sofferenza. Continua a leggere “Aiuta tuo figlio a salvarsi da te.”

Seconda scelta

Ragionavo su questa cosa.
A qualche chilometro da casa mia c’è uno spaccio di prodotti dolciari, non lo frequentiamo molto però in occasione delle feste comandate capita di farci un saltino.
Durante la pasqua qualche colomba andiamo a recuperarla e durante il natale, un panettone o un pandoro non mancano mai.
Proprio nel periodo natalizio durante un incontro con i Borckeepers è successo che abbia portato uno dei panettoni acquistati presso questa rivendita.
Ricordo che eravamo seduti a discutere su alcuni articoli mentre uno dei ragazzi prende il panettone ed inizia ad aprirlo. Continua a leggere “Seconda scelta”

Nessuno nelle persone cerca la ringwoodite

Sembra un termine uscito dal nuovo episodio di Spider Man invece no, la ringwoodite esiste ed è un materiale scoperto nel 1969 nel meteorite Tenham caduto in Australia, ma che si presume sia presente in maniera abbondante anche nel mantello terreste ad una profondità che oscilla tra i 525 ed i 660 km.
Minerale la cui caratteristica è quella di trattenere l’acqua sotto forma di ioni di idrossido (quindi con atomi di ossigeno ed idrogeno legati insieme), il che potrebbe sembrare una cosa interessante..ma fin la. Continua a leggere “Nessuno nelle persone cerca la ringwoodite”

‘Na capa tanta

A breve andrò un paio di giorni sulla costiera Amalfitana e mi sto allenando.
Ahahaha…no in realtà ho solo mixato l’idea di andare giù con l’articolo che volevo scrivere su un bel film, “A beautiful mind”….na capa tanta.
Potrei provare a scrivere tutto l’articolo in un napoletano che non so assolutamente parlare, ma che emulo come il peggiore dei polentoni quindi vi evito lo strazio.
A beautiful mind è un film che mi è piaciuto tanto, ma proprio tanto. Continua a leggere “‘Na capa tanta”

Ho paura che sia arrivata….

Mi sa tanto che è arrivato…..
Sapevo che prima o poi sarebbe successo era solo questione di tempo e a 42 anni 7 mesi e 13 giorni eccoci qua a parlarne.
La pioggia mi è sempre piaciuta, sia prenderla che guardarla da dietro la finestra.
Non ho ricordi di aver mai preso di mia spontanea volontà un ombrello, ho sempre corso o mi sono sempre coperto con il cappuccio della felpa, con un cartone trovato in giro quando sentivo di dovermi coprire altrimenti mi sono semplicemente sempre limitato a bagnarmi. Continua a leggere “Ho paura che sia arrivata….”

KURT COBAIN – BRUNORI SAS

Che Brunori al momento sia in vetta alla mia classifica personale forse lo si è già capito.
Ho dovuto trovare un compromesso e scindere la mia playlist in due fazioni, una playlist cult che contenga tutti quegli autori e quelle canzoni che comunque ho ascoltato, ascolto e ascolterò sempre finchè campo ed una playlist di transizione dove ci piazzo tutto ciò che invece deve maturare per capire se poi deve solo scendere nella billboard oppure se merita di essere traslata sulla colonna sonora della mia vita. Continua a leggere “KURT COBAIN – BRUNORI SAS”

Conversione, contro i crimini all’umanità

Io credo che i governi mondiali dovrebbero lottare uniti per la conversione di due cose.
La conversione delle aziende di armi e la conversione di chi vi lavora con orgoglio in queste aziende.
Ce l’ho sempre avuta un pò su con quelli che non hanno voglia di lavorare e che rubano un salario a chi magari voglia di fare ne ha da vendere, ma più di loro ho sempre detestato quelli che mettono la paga d’innanzi al buonsenso e chi lavora in un’azienda di armi non può essere altro che una persona priva di questa caratteristica. Continua a leggere “Conversione, contro i crimini all’umanità”

Il cuore di mia moglie – Franco Arminio

Il cuore di mia moglie

Poco fa sentivo il cuore di mia moglie
sulla mia guancia.
Il cuore di mia moglie
è una cesta dove dormono i gatti,
un forno dove lievitano
le crostate.
Il cuore di mia moglie
è una luminosa chiesa di campagna,
un arcobaleno posato
sui campi.
Continua a leggere “Il cuore di mia moglie – Franco Arminio”