Nessuno nelle persone cerca la ringwoodite

Sembra un termine uscito dal nuovo episodio di Spider Man invece no, la ringwoodite esiste ed è un materiale scoperto nel 1969 nel meteorite Tenham caduto in Australia, ma che si presume sia presente in maniera abbondante anche nel mantello terreste ad una profondità che oscilla tra i 525 ed i 660 km.
Minerale la cui caratteristica è quella di trattenere l’acqua sotto forma di ioni di idrossido (quindi con atomi di ossigeno ed idrogeno legati insieme), il che potrebbe sembrare una cosa interessante..ma fin la.
Tutto cambia quando le stime dicono che l’acqua contenuta in questo minerale è pari a quella dell’oceano Atlantico, secondo alcuni scienziati invece l’acqua trattenuta potrebbe essere di tre volte superiore alla somma dell’acqua presente in tutti i nostri oceani.
Certo non si presenta sotto forma solida, nemmeno sotto forma liquida e nemmeno sotto forma gassosa ma pur sempre acqua è…o è stata.
Alla fine questa cosa della ringwoodite sembra essere un’ottima metafora anche per le persone no?
Ci preoccuperemo di scoprire come ricavare l’acqua da questo minerale solo quando non avremo più da berne in superficie perchè altrimenti siamo destinati a schiattare, craaaack!!!
Eppure anche a 660 km di profondità di una persona potremo trovare della ringwoodite no? La superficialità sociale ci insegna ad essere persone usa e getta, godiamo delle amicizie, delle conoscenze finchè abbiamo da attingerne in superficie, una volta esaurito il sostentamento via si cambia e sotto a chi tocca.
Non proviamo mai a trivellare, a scavare, a cercare qualcosa di più profondo, non sfidiamo mai la logica dell’interesse per il quale finchè abbiamo qualcosa da ottenere bene e poi si passa come l’ape a svuotare un’altro fiore, e invece avrebbe un senso farlo no?
Avrebbe senso conoscere meglio le persone, metabolizzarle, fondersi, ecografarle, avrebbe senso per capire se il bene che ci hanno regalato è solo la punta dell’iceberg, per capire se anche loro abbiano volontariamente represso la loro euforia, la loro gioia, la loro espansività, se l’abbiano piano piano messa nella pressa fino a trasformarla in un cubetto striminzito come si fa con le macchine da rottamare o come si fa con il fieno comprimendolo fino a farlo diventare una rotoballa.
Non possiamo scoprire le cose perchè c’è cascata in testa una meteora, dobbiamo scoprirle perchè la nostra natura ci insegna che va fatto ma questo istinto l’abbiamo dimenticato, l’abbiamo perso, sostituito da un mondo di banalità, di superficialità, di apparire senza avere minimamente più la necessità di essere prima di tutto.
Ecco, dovremo essere invece di apparire.

Annunci

6 pensieri riguardo “Nessuno nelle persone cerca la ringwoodite

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...