3X1 Captain Fantastic – Caso Calmo – Gli sdraiati

Stanotte non riuscivo a dormire, cosi mi sono ammazzato di TV.
Ho visto tre film, uno dietro l’altro.

captain_fantastic2.jpg

Captain Fantasic (2016)
Le critiche ne hanno sempre parlato bene, l’avevo in coda ai film da vedere assolutamente.
Partiamo con la mia valutazione, non mi è piaciuto particolarmente, non so dire il perché ma non è un film che mi ha regalato qualcosa di particolare, nonostante ci sia un aspetto naturalistico interessante ed uno scontro con una società consumistica non è riuscito a trasmettermi ciò che avrebbe dovuto. Continua a leggere “3X1 Captain Fantastic – Caso Calmo – Gli sdraiati”

Annunci

Non sono un cuoco ma un pazzo da tuta alare.

Nonostante nel tempo mi sia impratichito con la pizza in tutto il resto non sono di certo un fenomeno, cucinare non è una mia grande passione, mangiare lo è sicuramente di più.
Quando ho aperto questo Blog sentivo la necessità di arricchirlo quando più possibile anche con rubriche un po’ lontane da quello che in realtà avrei solo voluto dire, forse per non renderlo troppo pesante con i miei pensieri, forse per conquistare qualche lettore in più, forse per dargli un’aria più leggera, poi in realtà nel tempo mi sono accorto che non ho bisogno di tutto questo, non ho bisogno di circondarmi delle cose che non mi appartengono. Continua a leggere “Non sono un cuoco ma un pazzo da tuta alare.”

La vendetta dell’asino.

In questo fine settimana (avevo scritto week end ma poi mi sono ricordato che siamo Italiani cribbio) sono riuscito a trovare il tempo per fare un salto al ciuco raduno, un’evento durante il quale in un bellissimo parco vicino a casa si ritrovano i possessori di asini, siano privati che di fattorie didattiche o maneggi.
Quest’anno ce n’erano oltre una ventina e per quanto mi riguarda, uno più bello dell’altro. Continua a leggere “La vendetta dell’asino.”

Music Vs Music

Certo bisogna dare adito di una cosa a quel marasma di giovani cantanti che oggi hanno invaso il mercato musicale, a differenza di 15/20 anni fa sono stati capaci di creare un nuovo canale di comunicazione, quello rivolto agli adolescenti e agli eterni emotivi.
Ci sono questi ragazzetti che rappano, cantano e che tirano fuori metafore o frasi che autori molto più famosi di loro magari hanno sognato per una vita.
E’ indiscutibile secondo me….quando io ero adolescente comunque ascoltavo cantanti che parlavano di amore, di sentimenti, ma lo facevano per un pubblico generalista, una canzone che andasse bene per te che avevi 15 anni o per tuo zio che ne aveva 45, oggi la musica è cambiata.
Certo l’ausilio dei videoclip, l’era di internet ha sicuramente modificato lo sviluppo musicale però la realtà vuole che questi giovani artisti siano in grado di far sognare i nostri figli, siano in grado di parlare la loro stessa lingua e fargli accapponare la pelle e nel 2018 sono poche le cose che fanno venire i brividi ad un tredicenne, vincere una partita a Fortnite, vedere la propria squadra vincere lo scudetto oppure essere toccato nel profondo da cose che non sapevano nemmeno di avere, sepolte dal consumismo degli anni 2000, le emozioni.
Vale anche un po’ per noi eterni sentimentali, quando vediamo un video come quello del “ballo delle incertezze” (di cui ne avevo già parlato), oppure quando vediamo gli ultimi 20 secondi del video “poesia senza veli”, quando cantiamo frasi come “siamo due rette parallele che non credono al destino scelto” oppure “non preoccuparti se la vita ti incasina, impari più da un mare mosso che da una piscina”, io le trovo molto meno banali di quello che possono sembrare.
Quando io avevo l’età di mio figlio o ascoltavi i grandi internazionali della musica di cui però alla fine non condividevi le parole quanto più la musica essendo sempre in inglese, oppure ai quei 4 cantanti italiani che cantavano l’amore nella sola forma in cui sapevano vederlo, molto spesso superficiale, banale, molto spesso lontano da come potesse essere interpretato da un giovane.
Si lo capisco che erano anni in cui si stava svoltando, in cui si sdoganavano il rock e le parole che con il monopolio della musica classica non si erano mai sentite…ma insomma lo capisco fino ad un certo punto.
In questo hanno forse peccato i giovani di allora che saremo noi, ha fatto scalpore Luis Miguel perchè era un ragazzetto quando si è fatto conoscere, ma non lo era quanto tutti i ragazzetti che oggi si raccontano?
Volete mettere “su di noi nemmeno una nuvola, su di noi nemmeno una favola”, contro “…perchè un viaggio cambia senso da come riempi i tuoi bagagli” ?

Continua a leggere “Music Vs Music”

Ma dove sono finiti di D&G de noiartri?

Chiariamola una volta per tutte sta cosa cari stilisti, ma a noi uomini sfigati ci pensate mai?
Ora so che sembrerà strano, so che dopo aver letto questa frase ci saranno donne che avranno sintomi di svenimento che nemmeno alla visione dell’esorcista versione integrale, ma per quanto raramente (e sottolineo raramente) ci sono uomini, fidanzati, mariti che si ritrovano nella condizione di piegare il bucato appena tirato fuori dall’ asciugatrice. Continua a leggere “Ma dove sono finiti di D&G de noiartri?”

Il ballo delle incertezze – Ultimo

Certo che tra il ballo delle incertezze ed il diario degli errori…..
Questa la battuta con il quale ogni tanto prendo in giro il mio bimbo.
Insomma, bimbo… ha 13 anni, ha superato sua mamma e sta prendendo suo papà, nelle lotte corpo a corpo inizio a far fatica a tenergli testa, nelle lotte verbali vince  decisamente lui (ma li è palese che abbia preso da mia moglie…ahahahah….(lo so che stai leggendo e so anche la faccia che stai facendo….ahahaha)) Continua a leggere “Il ballo delle incertezze – Ultimo”

-2

Per quanto mi piacerebbe che -2 fosse la temperatura odierna mi riferisco invece ai mesi che mi mancano per andare in ferie.
2 mesi tondi tondi.
Arriverò stanco quest’anno alle ferie, lo so già….lo so perché sono stanco già ora, che è lunedì, che dove lavoro io si sfiorano i 40 gradi, che la mattina mi sveglio alle 6 solo perché la sveglia è impostata in modalità “massacro totale”, perché ho la testa già in pallone.
Eppure l’importante è guardare avanti.
Vi viene mai da pensare che siamo incastrati in un meccanismo assurdo? Continua a leggere “-2”

Freedom – Timoria

Nonostante ultimamente sia impegnato nella ricerca di musicanti e canzoni che escano dal mio solito cliché, dal nulla mi riemergono parole di canzoni che comunque hanno percorso insieme a me questi 40 e rotti anni.
Questa canzone dei Timoria credo di averla ascoltata fino allo sfinimento, eppure per quanto mi riguarda resta un pezzo mondiale. Continua a leggere “Freedom – Timoria”