Il ballo delle incertezze – Ultimo

Certo che tra il ballo delle incertezze ed il diario degli errori…..
Questa la battuta con il quale ogni tanto prendo in giro il mio bimbo.
Insomma, bimbo… ha 13 anni, ha superato sua mamma e sta prendendo suo papà, nelle lotte corpo a corpo inizio a far fatica a tenergli testa, nelle lotte verbali vince  decisamente lui (ma li è palese che abbia preso da mia moglie…ahahahah….(lo so che stai leggendo e so anche la faccia che stai facendo….ahahaha))
Eppure ieri lo osservavo, è stato un anno di crescita incredibile per lui, ha guadagnato un’autonomia che prima era impensabile, fisicamente è cresciuto un sacco ecco perché sa di poter giocare a fare il belloccio della situazione, inizia ad avere i suoi pensieri, i suoi punti di vista, i suoi gusti e la cosa mi piace tanto, soprattutto perché ora inizia quell’età dove si ti scorni ma dove giochi anche di complicità, dove puoi confrontarti e dove devi renderti consapevole che solo i genitori ottusi non hanno nulla da imparare da questi ragazzi, io invece da loro voglio apprendere quanto più possibile perché se pensiamo che non abbiano niente da insegnarci siamo completamente fuori strada.
Siamo passati dalla ricerca di musica stupido/assurda alla ricerca di musica che susciti emozioni, ci sono amici e ragazze di mezzo quindi dai proviamo a ricordarci anche noi cosa si provava, felicità, incazzature, nostalgie, rancori, apprensioni, gioia, spensieratezza, euforia ed in un nanosecondo si passava dalla voglia di spaccare tutto a quella di immergersi nella vasca più possibile per non sentire nessun rumore.
Ora siamo nella fase filosofica, quindi canzoni che parlino di vita vissuta, di esperienze, passiamo da Mr. Rain a Ultimo, da Irama a Coez, tutti sul genere pop rap…alla fine d’altronde è quello che si avvicina molto di più al mondo dei teenager.
Non sono uno che lo indirizza secondo i miei gusti, lascio che sperimenti, che cerchi, che si affascini di ciò che piace a lui, non a me, ogni tanto gli faccio sentire qualche brano che mi appassiona, ma così, giusto per avere uno scambio.
In camera sua o sulla tv o sul cellulare c’è spotify sempre acceso….ora la musica inizia a fare da sottofondo alle sue giornate, com’è bello che sia e sta cosa di avere comunque accesso ad un catalogo infinito di musica è sicuramente super positivo, rispetto a noi che ereditavamo le cassette dai nostri fratelli o per chi non ne aveva dai genitori.
Ieri per lui è finita la scuola, seconda media game over.
Finita la scuola con i compagni è andato a farsi un giro, si sono presi una coca  e poi sono tornati a scuola per partecipare al concerto di un loro compagno che nonostante sia un 2005 suona in un gruppo che per la maggiore fa cover dei Guns’n’Roses….mi fa sempre strano come certe canzoni possano vivere nel tempo.
Chiunque impari a suonare la chitarra, la prima cosa su cui si fissa sono il rift di Smoke on the Water dei Deep Purple o Sweet Child o’mine dei G’n’R….intramontabili.
Ieri sera sono passato in camera sua a dargli la buona notte e nell’aria c’era il ballo delle incertezze…

IL BALLO DELLE INCERTEZZE

Ho perso tempo per guardarmi dentro e
ho sistemato qualche mia abitudine
ma poi la sera arrivava ed io
mi chiedevo dov’è il senso
se c’è un senso a tutto questo
Ho perso tempo per guardarti dentro e
ti ho dedicato il cuore tra le pagine
ma poi la sera arrivava ed io
mi chiedevo dov’è il senso
se c’è un senso a tutto questo
Senti
non c’è bisogno di parlare
dalla serranda scende il sole
e noi ci siamo accontentati
Ma ci sarà
il ballo delle incertezze
ci sarà
un posto in cui perdo tutto
che per stare in pace con te stesso e col mondo
devi avere sognato
almeno per un secondo
E ci sarà
tra la gente che aspetta
chiunque ha
rischiato tutto ed ha perso
che per stare in pace con te stesso e col resto
puoi provare a volare
lasciando a terra te stesso
Ho camminato in equilibrio su di me
mischiando il tuo sorriso alle tue lacrime
ma la coscienza non si spegne ed io
mi chiedevo dov’è il senso
se c’è un senso a tutto questo e
Ho respirato sui tuoi battiti lenti e
adesso vivi, sì ma dentro un’immagine
ricordo c’era il vento ed io
mi chiedevo dov’è il senso
se c’è un senso a tutto questo
E ci sarà
il ballo delle incertezze
ci sarà
un posto in cui perdo tutto
che per stare in pace con te stesso e col mondo
devi avere sognato
almeno per un secondo
E ci sarà
tra la gente che aspetta
chiunque ha
rischiato tutto ed ha perso
che per stare in pace con te stesso e col resto
puoi provare a volare
lasciando a terra te stesso
So di momenti
quelli persi a dare un senso forse
mi chiedi perché fragile
sono diverso forse
ero un bambino
e stavo in cortile
respiravo piano
ho sempre rinchiuso
vita e sogni
nel palmo della mano
Sono presente
ancora oggi
nel ballo delle incertezze
dove ti siedi
e più sei poco e più ti senti grande
incontro me stesso
e poi gli chiedo se vuole ballare
ferma la musica
che il silenzio adesso sa parlare
E ci sarà
il ballo delle incertezze
ci sarà
un posto in cui perdo tutto
che per stare in pace con te stesso e col mondo
devi avere sognato
almeno per un secondo
E ci sarà
tra la gente che aspetta
chiunque ha
rischiato tutto ed ha perso
che per stare in pace con te stesso e col resto
puoi provare a volare
lasciando a terra te stesso

(Ultimo)

Annunci

3 pensieri riguardo “Il ballo delle incertezze – Ultimo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...