Desire – Ryan Adams

Annunci

Un lupo che si veste da agnello è sempre un lupo.

Un agnello che si traveste da lupo non è pericoloso anzi a modo suo fa pure un po’ di tenerezza, semplicemente ha bisogno di sentirsi accettato, di conquistare una posizione sociale, di dire “ehi ci sono anch’io” ma resta sempre un agnello.
Quelli da cui bisogna stare attenti sono i lupi che invece vogliono indossare la pelliccia dell’agnello, sono i peggiori. Continua a leggere “Un lupo che si veste da agnello è sempre un lupo.”

Musica d’autunno – Anna Rijtano Mallus

Si prospetta la settimana più calda dell’anno, io ed il caldo tanto d’accordo non andiamo, ci sono tanti sistemi per rinfrescarsi, dalla testa sotto l’acqua a qualcosa di fresco da bere, da un buon climatizzatore ad un tuffo nel fiume, Continua a leggere “Musica d’autunno – Anna Rijtano Mallus”

Anche Pixar contro il bullismo

Se ne parla, si fanno riunioni, i ragazzi a scuola incontrano psicologi, i media si sprecano oramai sull’argomento ma sembra che quanto più si faccia meno siano i risultati, sembra che non si sia trovata ancora la strada, il metodo, il sistema per far redimere i bulletti da 4 soldi ed i loro genitori, per fargli aprire sta cazzo di testa affinché prenda un pochino d’aria e magari il cervello ivi contenuto inizi a pulsare. Continua a leggere “Anche Pixar contro il bullismo”

L’uomo che vide l’infinito – Matt Brown

Da tanto che non vedevo un bel film.
Bon sarà che ultimamente sono di gusti difficili o sto ulteriormente restringendo il campo delle cose che mi piacciono, ma film appassionanti ultimamente se ne vedono pochi, hanno preso il sopravvento le fantasia della Marvel piuttosto che le commedie all’italiana che per quanto buone possano essere nella storia spesso mal si raccontano. Continua a leggere “L’uomo che vide l’infinito – Matt Brown”

Concerto all’alba – Sito palafitticolo del Palù del Livenza

“O Capitano mio Capitano”
La metafora del salire sulla cattedra che vuole insegnarci a guardare le cose da una prospettiva diversa.
Perchè ci convinciamo che per vedere le cose distintamente ci dobbiamo sempre ergere verso l’altro quando spesso ci dimentichiamo di come siano viste a rasoterra?
P_20180722_071306_SRES
Esiste sicuramente qualcosa di più bello, i miei figli che ridono, il profilo di mia moglie che li osserva, ma dimentichiamo troppo spesso quanto bello sia un sole che sorge, riflessi dorati di un paglione bagnato dalla rugiada, una betulla storta che s’inerpica verso il cielo, formiche instancabili che al ritmo del respiro avanzano inesorabili nei loro approvvigionamenti, un capriolo curioso che in rigoroso silenzio osserva da dietro ad un cespuglio.


Oggi sono al concerto all’alba, ho sacrificato l’acustica e la visuale, forse mancando di rispetto ai musicisti e alla narratrice sebbene non volesse essere mia intenzione, ma avevo bisogno di vederla quest’alba senza correre il rischio d’essere rincorso dalle macchie d’ombra, stando totalmente avvolto in un lago verde, in una diga incontenibile d’azzurro, tra una pioggia ferma sui fili d’erba del mattino.
Aroma di caffè nell’aria, sapore di bello che meritava d’essere gustato.

Domenica 22 luglio 2018
L’ANIMA ASCOLTA – Concerto all’alba
Ore 06:00 presso Palù di Livenza (Caneva, Via Longone)
Partecipazione gratuita
Maria Pia Colonnello – Voce Recitante
Angela Poletto – Pianoforte
Lorenzo Parravicini – Violoncello
Elena Bazzo Fedrigo – Soprano

Fanes, una ferrata tra cascate, torrenti e panorami mozzafiato

Non avevo mai fatto una ferrata, me l’avevano proposto molte volte ma per un motivo o per l’altro avevo sempre glissato l’invito.
La settimana scorsa però insieme ed un gruppo di amici, tutti corredati dai proprio figli abbiamo messo in modo la macchina organizzativa e ci siamo decisi, si va alle cascate di Fanes, appena fuori Cortina d’Ampezzo.
Attrezzati di caschetto, imbrago, cordini vari, scarponcini e tanto entusiasmo, nonostante le condizioni climatiche remassero contro siamo partiti. Continua a leggere “Fanes, una ferrata tra cascate, torrenti e panorami mozzafiato”