Vaffanculo

Questo pezzo l’avevo scritto tempo fa in un progetto con Liza io avevo condiviso il suo sfogo e lei aveva condiviso il mio, a distanza di oltre un anno mi è ricapitato tra le mani e mi ha fatto piacere rileggerlo (vedo che molto poi non è cambiato), oggi decido di pubblicarlo anche sul mio Blog per non perderne traccia (scusami Liza).

Vaffanculo, vaffanculo, VAFFANCULOOOOOOVaffanculo ad un sacco di cose

Vaffanculo agli snob del cazzo

Vaffanculo ai sindacalisti e ai sindacati

Vaffanculo ai datori di lavoro dittatori

Vaffanculo al vicino che porta il cane a cagare davanti agli ingressi delle case altrui e non pulisce

Vaffanculo alla misera politica opportunistica Italiana che ha portato alla rovina una nazione uccidendo l’artigianato sano, martoriando i maestri d’arte, mettendo a sedere sulle poltrone burattini ignoranti con facoltà di decidere per gli altri.

Vaffanculo a noi votanti che non abbiamo ancora capito che quando si tratta di scegliere qualcuno dobbiamo starcene a casa affinchè l’affluenza sia allo 0% cosi magari qualcuno capisce che se ne devono andare tutti affanculo e che bisogna ripartire da zero con facce nuove e persone capaci.

Vaffanculo all’erba che cresce veloce e bisogna tagliarla ogni settimana

Vaffanculo al colesterolo, alla glicemia, ai trigliceridi, ai grassi saturi ed insaturi

Vaffanculo al vegano che rompe i coglioni a chi mangia la carne.

Vaffanculo all’eiaculazione precoce e a quella che non arriva mai

Vaffanculo ai centri commerciali aperti la domenica e anche i giorni di festa

Vaffanculo a chi va a fare la spesa la domenica ed i giorni di festa

Vaffanculo ai dipendenti che vanno a lavorare la domenica ed i giorni di festa e che non sono capaci di unirsi per dire di no

Vaffanculo a chi non legge e pure a chi non scrive e non si informa senza rendersi conto quanto preziosa sia la cultura

Vaffanculo a chi non saluta e a chi non dice grazie

Vaffanculo ai moralisti del cazzo che predicano bene e razzolano di merda, sempre pronti a dare lezioni di vita su tutto a tutti e che quando poi vai a vedere come cazzo è la loro vita ti accorgi che in confronto sei uno strafigo di supereroe.

Vaffanculo alla pioggia che viene sempre durante il week end che vorresti dedicare a te stesso e vaffanculo al sole che viene sempre al week end che vorresti dedicare al tuo divano standotene li ad ascoltare la pioggia che cade.

Vaffanculo a quelli che brontolano sempre, che non trovano mai nulla di positivo e che sanno vedere il bicchiere sempre e solo mezzo vuoto, per voi doppio vaffanculo

Vaffanculo alle serie tv che non hanno mai una fine e devi aspettare un anno per capire che cazzo succederà

Vaffanculo ai terroristi che uccidono in nome di un presunto dio, accecati da un fanatismo assurdo e senza rendersi conto che il loro dio del cazzo è la scusa per una lotta di soldi e potere.

Vaffanculo a chi abbandona i propri figli, a chi li maltratta, a chi li sfrutta, a chi li violenta senza sapere cosa vi state perdendo, senza capire quanto più bello sia supportare un figlio anzichè sopportarlo

Vaffanculo ai figli che non stanno vicini ai propri genitori che li hanno cresciuti con amore e dedizione pensando siano solo dei vecchi e che siano solo un peso

Vaffanculo alla guerra in ogni sua forma in ogni suo concetto ed in ogni suo manifestarsi

Vaffanculo a chi dona il 5 per mille al circolo di golf, alla chiesa o alla scuola di mazurca, il 5 per mille va dedicato al sostegno delle famiglie dei malati e alla ricerca e basta.

Vaffanculo a chi sgancia una MOAB per far vedere che ha il pelo sullo stomaco quando quello che ha in testa non è nemmeno il suo

Vaffanculo a chi  a fatto di tutto per veder sganciare una MOAB sopra la propria testa e sopra quella dei propri figli.

Vaffanculo a quelli che scrivono sui sacchi di pellet “combustibile ecologico” e l’hanno prodotto segando alberi non provenienti da piantagioni controllate e senza aver collaborato alla riforestazione

Vaffanculo al business degli idrocarburi e alla multinazionali che tarpano le ali alle nuove tecnologie invece che accoglierle a braccia aperte, continuando a trivellare ovunque senza limite.

Vaffanculo agli invidiosi, ai gelosi, ai permalosi, agli ignoranti, ai violenti, ai prepotenti, agli arroganti, a quelli che umiliano.

Vaffanculo a chi produce le armi

Vaffanculo a chi compra le armi

Vaffanculo alla malinconia che ogni tanto bussa alla porta, che si autoinvita a casa tua e che con nonchalance ti informa che resterà fino a quando se la sente.

Vaffanculo al cancello che si blocca giusto quando la malinconia ha deciso di levare gli ormeggi.

Vaffanculo alle tre scimmiette che non vedono non sentono non parlano.

Vaffanculo all’imu, all’irpef, all’irap, all’ires, alla tasi e a chi ha inventato l’iva facendoci diventare tutti riscossori per conto dello stato trasformandoci cosi in complici

Vaffanculo ai pirati della strada

Vaffanculo agli insegnanti che lavorano solo per il 10 del mese senza rendersi conto della fortuna che hanno ad avere fra le loro mani il futuro del mondo

Vaffanculo alle lampadine che si bruciano 5 minuti prima che arrivino gli ospiti

Vaffanculo ai lavandini che si intasano, ai muri che si sporcano, alle aste delle docce che si rompono, ai vetri che si infrangono e ai pantaloni che si sbregano sempre quando non dovrebbero

Vaffanculo ai corrotti

Vaffanculo a tutti quelli che mettono qualsiasi altra cosa prima del loro orgoglio, perchè l’interesse viene sempre al primo posto.

Vaffanculo a quelli che non credono in loro stessi, che si impigriscono perchè è sempre più facile dire “non sono capace”

Vaffanculo a quelli che non ci provano mai e che cercano sempre di fare le cose con il minor sforzo possibile.

Vaffanculo alla prova costume, alle creme solari, alla sabbia nelle mutande, alla sabbia che scotta, alla sabbia negli occhi, ai venditori ambulanti che ogni tre secondi vogliono vendere cose che non servono a nessuno

Vaffanculo alle cose ho sempre sognato e che ancora non sono riuscito a fare

Vaffanculo alle cose che ho fatto perchè sognavo di farle e sono andate di merda.

Vaffanculo alle merde che mi hanno fatto fare cose che sognavano loro

Vaffanculo ai tuttologi del cazzo

Vaffanculo quelli che ce l’hanno sempre più grande del tuo

Vaffanculo a chi fa finta di non vederti ma poi di chiama se ne ha bisogno

Vaffanculo a quelli che hanno bisogno, vi fate vivi solo per quello ed avete proprio rotto i coglioni

Vaffanculo a quelli che non hanno cura del territorio, che inquinano, rovinano l’ambienti, vaffanculo ai graffitari improvvisati che se invece di spendere 10 euro in bombolette li investissero in per acquistare il biglietto di un museo imparerebbero qualcosa

Vaffanculo all’informatica che ho sempre adorato e che ho sempre odiato

Vaffanculo ai vestiti che quelli belli mi stanno scomodi e quelli comodi fanno sempre cagare.

Vaffanculo alle donne che mettono i gambaletti ed i jeans dentro gli stivali che non mi piacciono, se mettessero i gambaletti dentro gli stivali e li buttassero insieme ai jeans, camminando con le loro belle gambe al vento sarebbe meglio perchè non cè nulla di più bello

Vaffanculo alla perfezione, che la perfezione mi fa cagare, un uomo non vuole amare una donna perfetta, ma vuole perdonarle i suoi difetti.

Vaffanculo la barba fatta tutti i giorni

Vaffanculo Umberto Smaila che ha smesso di fare colpo grosso e adesso i nostri figli invece che crescere cercando il sistema per aspettare le undici per vedere se riescono a carpire una tetta si ammazzano di seghe su youporn.

Vaffanculo a Gigi Sabani che mi aspettavo mi facesse ridere anche da lassù ed invece non c’è riuscito.

Vaffanculo a mio padre che mi spaccava i maroni perchè ascoltavo i Guns’n’Roses “quella non è musica, è casino” senza capire che Civil War era contro la guerra del Vietnam proprio come la canzone che piace tanto a lui C’era un ragazzo che come me…cantata da Gianni Morandi e senza capire quanto avremo potuto condividere.

Vaffanculo al mio Rottweiler che è morto quattro anni fa il giorno di pasqua e che ancora oggi mi manca

Vaffanculo al mio nuovo cane, un pinscher nano che non capisce un cazzo.

Vaffanculo alle tradizioni che spariscono

Vaffanculo alla bottiglie di vino che finiscono sempre quanto avresti bisogno di berne un’altro pò.

Io mi faccio una birra và.

Annunci

13 pensieri riguardo “Vaffanculo

  1. Mi hai letteralmente mandato a quel paese… io uso i gambaletti sotto i pantaloni, per indossare le decolletè ed evitare le calze. Le calze non sono mai della mia misura: troppo larghe (e si attorcigliano alla gamba), troppo strette (e il cavallo arriva fino al ginocchio), troppo alte (che le posso unire al reggiseno). Forse le autoreggenti potrebbero essere la soluzione migliore, se non fosse che hanno quella guaina in silicone…. che regge per 30 e 31!

    Piace a 1 persona

      1. Orrore! Anche chi usa i leggins strappati, o quelli leopardati senza averne il fisico. Ma il top rimane per me la signora attempata con pelliccia di cincillà e pantacollant con fiori.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...