Il pino

Il pino è con molta probabilità l’albero più diffuso sulle nostre montagne.
Ne esistono oltre 120 specie e rientra nelle categorie dei sempreverdi, quelle piante che non lasciano cadere le foglie ma che le sostituiscono gradualmente nel corso dell’anno.
La sua nomea viene spesso confusa con l’abete, sono in realtà della stessa famiglia ma non si tratta della stessa pianta anche se insieme sono quelle che dominano le nostre montagne.
I generi più diffusi in Italia sono il pino silvestre, il pino mugo, il cirmolo, il pino domestico ed il pino marittimo Continue reading “Il pino”

Il nocciòlo

Corylus avellana, questo il vero nome di quello che tutti conosciamo come nocciolo.
Questa pianta è abbastanza diffusa anche nelle nostre montagne e non è difficile imbattersi in alcune di esse camminando per i boschi.
Il nocciolo ha la caratteristica di essere bello tutto l’anno, è una pianta forte in grado di ammalarsi poco e di adattarsi a differenti tipi di terreno. Continue reading “Il nocciòlo”

IL FAGGIO

Il faggio è con tutta probabilità l’albero più diffuso in Italia con oltre un milione di ettari di diffusione.
La specie più diffusa sul nostro territorio e il Fagus Sylvatica che cresce sopra i 1500 metri sulle Alpi o sopra i 900 negli Appennini ma in grado di diffondersi anche a livelli inferiori in caso di condizioni climatiche favorevoli.
Il legno del faggio essendo omogeneo e pesante, con poca elasticità ma molto resistente di presta ottimamente per la produzione di strumenti musicali, Continue reading “IL FAGGIO”

La betulla

La betulla è una pianta tipica dell’emisfero nordico e all’interno della propria famiglia comprende oltre 40 specie.
E’ una tipologia di pianta a fogliame caduco (cioè che perde le foglie durante la stagione autunno/invernale), la betulla può raggiungere i 15/30 metri di altezza e la specie più diffusa (molto presente anche sulla nostre montagne) è la Betula pendula generalmente chiamata betulla bianca.
Si caratterizza per la sua corteccia bianca e per resistere Continue reading “La betulla”