Felicità

Felicità

La felicità è un sentimento segreto, esclusivo,
inquisitorio, dolcissimo e supremamente crudele.
Vi si sta arroccati come in un palazzo di ferro e cemento, dalle grandi vetrate;
nello stesso tempo è un riflesso sull’acqua che non solo la brezza,
ma l’ombra di un passante può alterare…
La felicità non si narra.
Si può appena, come la pioggia scorrendo a rivoli sui vetri traccia e scancella delle figurazioni,
annotare i momenti salienti che ci consentono di intravederla.
E un’altra cosa so della felicità: che essa è muta.

(Vasco Pratolini)

Annunci

Troppa paura – Liverani Laura

Traduci, se ne sei capace,
ciò che innocenti sguardi
vogliono dirti.
Traduci, se sei così potente,
ciò che mille mani
cercano.
Traduci, se sei autentico,
ciò che deboli parole
chiedono.
Tu che sei così forte
ti vergogni a porgere un tozzo di pane.
Tu che sei così umile
ti nascondi se un piccolo e scarno dito ti sfiora. Continua a leggere “Troppa paura – Liverani Laura”

Eppure cadiamo felici – Enrico Galiano

Ohhhh finalmente ho letto un bel libro, semplice ma bello.
Partiamo dal fatto che sono contento di leggere un romanzo di un autore mio conterraneo, di Pordenone.
Una volta in autostrada ancora quando sulle targhe delle macchine c’era indicata la provincia mi ricordo che ci hanno fermato perché non potevano proprio capire PN per cosa stava, giusto per far capire che insomma si…siamo un pò un brufolo sul culo del mondo. Continua a leggere “Eppure cadiamo felici – Enrico Galiano”

Venezia non esiste – Nazim Comunale

Venezia non esiste

La bellezza intatta del mondo
sta nelle vene limpide
e nelle mani forti del giovane contadino di Nyaungshwe,
nel suo carretto stracolmo di agli e pomodori,
nel suo sguardo rotondo, capiente, esatto.

La bellezza intatta del mondo
sta nella sponda sinistra del lago,
nel cane zoppo che gioca con la merda di un bufalo,
nell’odore acre del pesce essiccato, Continua a leggere “Venezia non esiste – Nazim Comunale”

Donne che scrivono da uomini

 

Ero di corsa, un appuntamento con non ricordo chi….una doccia veloce…un’altrettanto veloce passata di Gillette sulle gambe…un po’ di trucco…ma poco…e via veloce verso l’armadio…
”oh dio che mi metto?…”
…e’ il piu’ classico dei drammi di noi donne scegliere i vestiti adatti…la gonna nera o quella beige…camicia e gilettino o magliettina aderente?…e’ tutto un corri corri tra specchio e guardaroba…ed e’ stato un lampo, un flash….passo davanti allo specchio ed Continua a leggere “Donne che scrivono da uomini”

LibroGame

Qualcuno se li ricorda i LibroGame?
Qualcuno probabilmente non sa nemmeno di cosa stiamo parlando e ad essere sincero anch’io avevo rimosso da ogni anfratto del mio cervello l’esistenza di questo tipo di libri finchè mi sono imbattuto in un articolo che ne parlava e tutto è riemerso come fosse sempre stato li, semplicemente in attesa di essere  rispolverato.
I librogame me li ricordo quando avevo tredici/quattordici anni…parliamo quindi di quasi 30 anni fa….(sigh!!).
Sono quei libri in cui tu sei il protagonista della storia e nei quali ad un certo punto ti ritrovi a dover fare delle scelte, se vuoi procedere cosi vai a pagina x se vuoi procedere colà vai a pagina y, questo sistema porta a leggere quindi storie diverse sulla base delle scelte che si fanno arrivando quindi a finali diversi. Continua a leggere “LibroGame”