Restare intrappolati in un incendio

Di questi giorni la tremenda notizia dell’incendio ad un grattacielo.
Si parla di cosa sia successo, nessuno parla di come comportarsi però quando si resta intrappolati come in questo caso ad un piano alto. Continue reading “Restare intrappolati in un incendio”

Acciobooks – promo no profit

Di solito non mi cimento in promozioni o pubblicità ma oggi ho scoperto l’esistenza di questo sito e credo sia un dovere segnalarlo.
Parliamo di Acciobooks, sito che ho scoperto girovagando per Eppela, noto sito di crowdfunding  in quanto impegnati nella raccolta fondi per sviluppare la nuova versione.
Acciobooks è un sito per gli appassionati di lettura, per gli amanti dei libri, per chi come me vede uno spreco il fatto di tenere testi segregati su immense librerie destinati solo ad impolverarsi e siccome ultimamente sto promuovendo a più non posso la filosofia del “libera i libri” questa iniziativa casca a pennello. Continue reading “Acciobooks – promo no profit”

Poesia dorsale

Leggendo qualche altro blog ho scoperto questa cosa della poesia dorsale.
Vi prego non ditemi che sapete di cosa si tratta perchè se lo sapete non avete detto nulla siete veramente da galera, magari avete perso del tempo per fare un post su Gigi D’Alessio e non avete affrontato questo argomento. Continue reading “Poesia dorsale”

La psichiatra – Wulf Dorn

Premetto che ultimamente, tempo per leggere poco, questo libro infatti giaceva sul comodino già da un pezzo.
Detto questo devo aggiungere che non è un libro per me, i thriller ultimamente mi annoiano e faccio fatica a portarli a termine, questo in particolar modo nonostante abbia una buona trama ed un buon finale e ti invogli ad arrivare alla fine per capire come la storia possa chiudersi.

Va detto che questo è il romanzo d’esordio di Wulf Dorn ed ha sicuramente colpito favorevolmente la critica tanto da essere pubblicato in diversi paesi. Continue reading “La psichiatra – Wulf Dorn”

La mia montagna – Dorino Bon

La mia montagna, non ha per forza un nome , un altezza.La mia montagna è lontana dall’ apparire, dalla fretta, dai colori sgargianti del consumismo che sta invadendo la normalità del salire. La mia montagna è lontana dagli altimetri,dai cronometri,dai record blasonati, dal chiasso,dalle stupidaggini,dalla politica,dalla maleducazione,dalla massa. La mia montagna non è un qualche cosa a qualsiasi costo, non ha sempre una cima. La mia montagna mi serve per appoggiarmi e aiutarmi nel salire la vita.

Le CoSe ChE nOn Ti AsPeTtI

Mi piacciono i colpi di scena.
Si forse piacciono un pò a tutti in effetti.
E’ bello quando la routine e le cose scontate vengono decapitate da svolte clamorose, sono situazioni che danno una sferzata di energia a questo piattume.
E allora diventa figo quando la suora twerka, quando il pensionato fà le flessioni con una mano, quando il bimbominkia messo davanti ad un pianoforte ti srotola li una sinfonia da paura e poi magari manco riesce a fare centro quando fa pipì, Continue reading “Le CoSe ChE nOn Ti AsPeTtI”

Se si insegnasse la bellezza alla gente… – Peppino Impastato

“Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà.
All’esistenza di orrendi palazzi sorti all’improvviso, con tutto il loro squallore, da operazioni speculative, ci si abitua con pronta facilità, si mettono le tendine alle finestre, le piante sul davanzale, e presto ci si dimentica Continue reading “Se si insegnasse la bellezza alla gente… – Peppino Impastato”

La fiera dei miracoli – Wisława Szymborska

LA FIERA DEI MIRACOLI
Un miracolo comune:
l'accadere di molti miracoli comuni.

Un miracolo normale:
l'abbaiare di cani invisibili
nel silenzio della notte.
Un miracolo fra tanti:
una piccola nuvola svolazzante,
che riesce a nascondere una grande pesante luna.
Più miracoli in uno:
un ontano riflesso sull'acqua
e che sia girato da destra a sinistra,
e che cresca con la chioma in giù,
e non raggiunga affatto il fondo
benché l'acqua sia poco profonda.
Un miracolo all'ordine del giorno:
venti abbastanza deboli e moderati,
impetuosi durante le tempeste.
Un miracolo alla buona:
le mucche sono mucche.
Un altro non peggiore:
proprio questo frutteto
proprio da questo nocciolo.
Un miracolo senza frac nero e cilindro:
bianchi colombi che si alzano in volo.
Un miracolo – e come chiamarlo altrimenti:
oggi il sole è sorto alle 3,14
e tramonterà alle 20.01
Un miracolo che non stupisce quanto dovrebbe:
la mano ha in verità meno di sei dita,
però più di quattro.
Un miracolo, basta guardarsi intorno:
il mondo onnipresente.
Un miracolo supplementare, come ogni cosa:
l'inimmaginabile
è immaginabile.