Niflheimr

Ora è un pò complicato spiegare da cosa nasca la ricerca di un termine appartenente alla mitologia norrena, ma visto che è una cultura interessante e con un’epica decisamente più coinvolgente avevo necessità di scovare qualcosa che rappresentasse il freddo ed il ghiaccio quindi ho unito le due cose, mitologia scandinava e freddo, ne è uscito Niflheimr.

Niflheimr è il regno del ghiaccio e del freddo governato della dea Hel, figlia di Loki, dio dell’inganno e dell’astuzia, il migliore dei trickster (=imbroglioni) e di una gigantessa.
Paragonabile al nostro inferno Dantesco era diviso in livelli differenti, uno per dei ed eroi, uno per gli anziani, i moribondi  e coloro che non potevano godere del glorioso vantaggio di morire in battaglia e guadagnarsi l’ingresso nel Valhalla, residenza dedicata ai valorosi. Continua a leggere “Niflheimr”

Annunci

Un lupo che si veste da agnello è sempre un lupo.

Un agnello che si traveste da lupo non è pericoloso anzi a modo suo fa pure un po’ di tenerezza, semplicemente ha bisogno di sentirsi accettato, di conquistare una posizione sociale, di dire “ehi ci sono anch’io” ma resta sempre un agnello.
Quelli da cui bisogna stare attenti sono i lupi che invece vogliono indossare la pelliccia dell’agnello, sono i peggiori. Continua a leggere “Un lupo che si veste da agnello è sempre un lupo.”

Musica d’autunno – Anna Rijtano Mallus

Si prospetta la settimana più calda dell’anno, io ed il caldo tanto d’accordo non andiamo, ci sono tanti sistemi per rinfrescarsi, dalla testa sotto l’acqua a qualcosa di fresco da bere, da un buon climatizzatore ad un tuffo nel fiume, Continua a leggere “Musica d’autunno – Anna Rijtano Mallus”

Anche Pixar contro il bullismo

Se ne parla, si fanno riunioni, i ragazzi a scuola incontrano psicologi, i media si sprecano oramai sull’argomento ma sembra che quanto più si faccia meno siano i risultati, sembra che non si sia trovata ancora la strada, il metodo, il sistema per far redimere i bulletti da 4 soldi ed i loro genitori, per fargli aprire sta cazzo di testa affinché prenda un pochino d’aria e magari il cervello ivi contenuto inizi a pulsare. Continua a leggere “Anche Pixar contro il bullismo”

Non sono un cuoco ma un pazzo da tuta alare.

Nonostante nel tempo mi sia impratichito con la pizza in tutto il resto non sono di certo un fenomeno, cucinare non è una mia grande passione, mangiare lo è sicuramente di più.
Quando ho aperto questo Blog sentivo la necessità di arricchirlo quando più possibile anche con rubriche un po’ lontane da quello che in realtà avrei solo voluto dire, forse per non renderlo troppo pesante con i miei pensieri, forse per conquistare qualche lettore in più, forse per dargli un’aria più leggera, poi in realtà nel tempo mi sono accorto che non ho bisogno di tutto questo, non ho bisogno di circondarmi delle cose che non mi appartengono. Continua a leggere “Non sono un cuoco ma un pazzo da tuta alare.”

La vendetta dell’asino.

In questo fine settimana (avevo scritto week end ma poi mi sono ricordato che siamo Italiani cribbio) sono riuscito a trovare il tempo per fare un salto al ciuco raduno, un’evento durante il quale in un bellissimo parco vicino a casa si ritrovano i possessori di asini, siano privati che di fattorie didattiche o maneggi.
Quest’anno ce n’erano oltre una ventina e per quanto mi riguarda, uno più bello dell’altro. Continua a leggere “La vendetta dell’asino.”

Il ballo delle incertezze – Ultimo

Certo che tra il ballo delle incertezze ed il diario degli errori…..
Questa la battuta con il quale ogni tanto prendo in giro il mio bimbo.
Insomma, bimbo… ha 13 anni, ha superato sua mamma e sta prendendo suo papà, nelle lotte corpo a corpo inizio a far fatica a tenergli testa, nelle lotte verbali vince  decisamente lui (ma li è palese che abbia preso da mia moglie…ahahahah….(lo so che stai leggendo e so anche la faccia che stai facendo….ahahaha)) Continua a leggere “Il ballo delle incertezze – Ultimo”

-2

Per quanto mi piacerebbe che -2 fosse la temperatura odierna mi riferisco invece ai mesi che mi mancano per andare in ferie.
2 mesi tondi tondi.
Arriverò stanco quest’anno alle ferie, lo so già….lo so perché sono stanco già ora, che è lunedì, che dove lavoro io si sfiorano i 40 gradi, che la mattina mi sveglio alle 6 solo perché la sveglia è impostata in modalità “massacro totale”, perché ho la testa già in pallone.
Eppure l’importante è guardare avanti.
Vi viene mai da pensare che siamo incastrati in un meccanismo assurdo? Continua a leggere “-2”

Grazie Sig. Bormioli

Grazie Sig. Bormioli, per aver inventato i vasetti con il coperchio leggero, quando ero piccolo li potevo forare per andare poi a caccia di lucciole.
A Possagno, a ridosso della siepe che andava giù verso l’orto potevo sempre catturarne diverse per convincermi poi di poter illuminare tutto il paese ed in seguito sentirmi felice nel lasciarle libere vive e vegete. Continua a leggere “Grazie Sig. Bormioli”

Ozio come cura.

Tempo fa mi ero appuntato una frase di una teologa Italiana, Antonietta Potente.

Dobbiamo cominciare a perdere tempo,
non perché non sappiamo cosa fare,
Ma per raccogliere i dettagli della vita.

Continuo ad accorgermi che il tempo scorre alla velocità della luce, i ragazzi crescono, Tommaso 13 anni, la Vera 11, forse abbiamo già trascorso oltre la metà del tempo che ci è dato per goderceli, a 26 probabilmente non sarà in casa con noi e a 22 la bimba comunque avrà in testa l’idea di intraprendere un suo percorso, non credo che i nostri figli saranno di quelli che resteranno con noi fino a 40 anni, inoltre anche loro crescono e la condivisione ed il contatto iniziano ad attenuarsi. Continua a leggere “Ozio come cura.”