Anna Lou e l’aria in faccia

Quando Anna Lou era andata in gita con la scuola al museo del cinema di Milano, mentre i suoi compagni erano totalmente attratti dalle nuove tecnologie, lei era rimasta completamente folgorata da un unico dispositivo, la riproduzione del cinematografo di Lumiere.
Una scatola in legno con un obiettivo ed una manovella tramite la quale si faceva scorrere una pellicola dinnanzi ad una fonte di luce, il risultato erano dei fotogrammi non particolarmente nitidi, spezzati l’uno dall’altro da qualche decimo di secondo di buio. Continua a leggere “Anna Lou e l’aria in faccia”

Annunci

Slack – uno spazio di lavoro completo di chat per collaborare insieme – Iscrizioni Aperte a Write4try !

A maggio 2018 si è chiuso il progetto Creandoutopie, una bella esperienza di collaborazione e condivisione fra amanti della scrittura.
Se c’è una cosa che ho sto imparando ogni volta che finisce un progetto è che oltre al valore costruito, aumenta l’esperienza per rendere migliore l’idea successiva.
Quando partecipi a qualcosa si innescano sempre delle scintille, ci sono persone con le quali ti apri, altre con le quali discuti, qualcuna con cui eviti di parlare, qualcuna con cui non smetteresti mai, insomma si costruisce una rete sociale; quello che stavolta vorrei proporre è di infittire un po’ le comunicazioni, cercare di fare più “squadra” per lavorare su un progetto all’interno del quale ognuno è membro attivo. Continua a leggere “Slack – uno spazio di lavoro completo di chat per collaborare insieme – Iscrizioni Aperte a Write4try !”

Anna Lou e il crollo del castello di carte

Furono tre giorni distruttivi per lei e per sua madre.
Spezzettare ed impacchettare un’intera casa, pensava potesse essere in qualche modo divertente, non era così.
Anna Lou era abituata a vedere sua madre darci dentro con le pulizie tutti i fine settimana, la sera quando rientrava dal lavoro non disdegnava di dare una spazzata per terra, di spolverare di qua o di la o fare una lavatrice, se c’era una cosa che Anna Lou non poteva di certo dire, era che casa sua fosse sporca, certo la sua stanza faceva eccezione, ma questo era un altro discorso. Continua a leggere “Anna Lou e il crollo del castello di carte”

Corso di meditazione

Lo so che è difficile da credere, mi sono iscritto ad un corso di yoga meditativo.
Partiamo dicendo che il mio scetticismo nei confronti di queste discipline è al confine dell’assurdo.
L’energia universale, le vibrazioni, i Chakra, gli Yogi che fermano il cuore (che poi sembra dimostrato che non sia il cuore a fermarsi ma sia semplicemente il battito a diventare impercettibile al polso ed al petto), la forza cosmica, sono sicuramente argomenti interessanti ma talmente poco tangibili che per atei come me a volte incapaci a credere alla cose anche se gli vengono dimostrate sotto il naso risultano essere niente di meno che pura cialtroneria. Continua a leggere “Corso di meditazione”