Voglia di viaggio

In questi giorni ho voglia di viaggiare.
Sarà la primavera che bussa alle porte del metabolismo, sarà il periodo strambo, sarà quel che sarà ma partirei subito.
Purtroppo invece la cosa non è fattibile quindi cerco di limitare il danno con qualche camminata e intrattenendomi con le mie passioni.
Sabato mattina, approfittando della clemenza del tempo, passeggiatina rigenerante.
Tratta fatta e strafatta, ma sempre suggestiva, piacevole, rilassante e sempre diversa.
Prima una puntatina per le trincee del Col Molletta, poi il sentiero delle Marcite per abbandonarlo e infilarsi a caso nel bosco in cerca di Continua a leggere “Voglia di viaggio”

Annunci

Geocaching a Madonna della Valle ed Humus Park

Avevano messo sole.
Ma il sole non si è visto…almeno finchè siamo rientrati a casa.
Avevamo la necessità di uscire, di sgranchire un pò le gambe cosi domenica ho messo la sveglia alle 6.30 che ho posticipato alle 6.45…che ho posticipato alle 7.00 per alzarmi alle 7.20…fatica.
In contemporanea si sono svegliati i ragazzi, con passo felino siamo andati in cucina per lasciar dormire mamma la quale sicuramente sarà stata sveglia ma che è stata brava a non dirci niente perchè nonostante siamo convinti di muoverci per casa come ladri di professione in realtà assomigliamo più ad una mandria di bufali in fuga.
Morale alle 7.50 ci chiudiamo la porta alle spalle.
Il programma della giornata era già stato scritto a Continua a leggere “Geocaching a Madonna della Valle ed Humus Park”

..il borgo di Movada

A Tremonti c’è un lago, il lago di Redona.
E’ un lago artificiale ottenuto dallo sbarramento delle acque del Meduna che viene gestito come bacino idrico in caso di siccità.
Formato negli anni ’50, il riempimento di questo bacino ha comportato la sommersione dei borghi di Flors, Movada e Redona.
Questi borghi ancora resistono sul fondo del lago come a voler ricordare la vita di un tempo per riemergere quando il livello dell’acqua è molto basso.
A causa della mancata neve e delle pochissime piogge di questi mesi il Redona sta facendo riaffiorare le vecchie mura liberando nell’aria i ricordi, le immagini Continua a leggere “..il borgo di Movada”

Sentieri dietro casa…

Fa troppo freddo in questi giorni per camminare quindi mi limito al tapis roulant, si lo so che è triste ma ieri quando sono uscito per andare al lavoro la macchina segnava -10.5 quindi forse non è il caso, inoltre il tempo a disposizione è sempre poco e camminare in casa mi permette di guadagnare minuti preziosi seppur consapevole non sia la stessa cosa.
Mentre cammino sul tappeto con cuffiette e tablet dinnanzi mi sono promesso di non perdere tempo a guardare cazzate.
Ho riniziato a guardarmi video di esperienze di chi ha fatto il Camino di Santiago, al momento uno sogno nel cassetto buttato tra calzetti e mutande Continua a leggere “Sentieri dietro casa…”

Geocaching in Pian Cansiglio #2

Durante le festività natalizie ne ho approfittato per andare con la famiglia a fare una passeggiata in Pian Cansiglio, è una meta che ci piace, in 40 minuti siamo su, ed il panorama è sempre meraviglioso in qualsiasi stagione tu vada.
A dire il vero l’idea era quella di andare a mangiare un boccone in una casera e poi approfittarne per fare un pò di sano Geocaching con i ragazzi.
L’abbuffata è stata impegnativa, ma la qualità ed il sapore che offrono i prodotti locali veramente sono imbattibili, non ci siamo risparmiati tra affettati, formaggi, frico e pastin, fra rosso ed amari locali, chiacchiere e buon umore  il tempo per Continua a leggere “Geocaching in Pian Cansiglio #2”

Castagne in notturna…l’affare del secolo

E’ il periodo buono per raccogliere castagne.
Sono anni che rompo le scatole a tutti per andare a castagne, i buoi propositi ci sono ma poi finisce sempre in un nulla di fatto.
Domenica mattina ho piazzato la sveglia alle 5.15, la sera prima mi ero preparato il mio bel zainetto, quindi mi alzo bello baldanzoso con le più buone intenzioni, vado a castagne, e rientro per le 8, cosi faccio colazione con moglie e ragazzi.
Mi vesto, monto in macchina e parto, destinazione Continua a leggere “Castagne in notturna…l’affare del secolo”

Geocaching in Gaiardin e casa del libro

A distanza di due mesi, sono finalmente riuscito a trovare il tempo per tornare in montagna, ne avevo bisogno.
Avevo guardato il meteo, il tempo non era dei migliori, ma non era prevista pioggia.
Incredibilmente sono riuscito ad arruolare per quest’uscita anche il mio amico “capriolo” con relativa famiglia e anche l’amico Dep, anche lui con relativa famiglia i quali nonostante siano due ottimi camminatori sono sempre stati scettici nei confronti di questa attività.
Non serve dire che dopo il primo ritrovamento erano tutti gasatissimi e anche se non me l’hanno detto erano sicuramente Continua a leggere “Geocaching in Gaiardin e casa del libro”

Barcis – Ponte tibetano sulla forra del Cellina

Ad eccezione di qualche giorno di relax queste sono state ferie dedite al lavoro, torno a lavorare non proprio riposato ma soddisfatto dei risultati.
Avevo in programma diverse uscite e mi ero ripromesso qualche camminata rilassante, purtroppo non è stato possibile ad eccezione di un’escursione sulla forra del Cellina.
Insieme a moglie, figli, cognati e nipoti abbiamo deciso di prenderci una giornata di pausa, ci siamo cosi organizzati per andare a vedere il ponte tibetano inaugurato il 6 agosto a Barcis.
Appena entrati a Barcis (dopo l’ultimo tunnel per intenderci) si svolta a sx verso il ristorante Ponte Antoi (che personalmente consiglio soprattutto d’inverno, capriolo, polenta, formaggio alla piastra, funghi e primi di stagione sono veramente spettacolari).
Alla fine del ponte di vede già la biglietteria. Continua a leggere “Barcis – Ponte tibetano sulla forra del Cellina”

CAI 985 VS stanchezza

Prima di parlarvi dei questo sentiero devo fare una premessa.
Mai e poi mai, prendersi impegni per andare in montagna a mezzanotte del giorno prima con uno che beve meno di voi.
Sabato sera con la famiglia sono andato ad una sorta di sagra del nostro paesello, avevamo organizzato una tavolata con gli amici, si sa come vanno ste cose, si mangia e magari qualche birretta in più ci scappa.
A ridosso di mezzanotte mi accordo con il mio amico ribattezzato “Cavariol” (il capriolo) per una camminata il giorno dopo, mi avvisa subito che per le 9 al massimo 9.30 deve essere di rientro per un impegno, quindi propongo di fare il Cai 985 Continua a leggere “CAI 985 VS stanchezza”